Home Spettacolo “Amici” resoconto puntata (02-02-2010 ultima parte). Lui, lei, l’altra!

“Amici” resoconto puntata (02-02-2010 ultima parte). Lui, lei, l’altra!

Secondo uno schema caro ad Amici, dall’inizio della scuola si sono delineate piccole e grandi antipatie. Una delle più chiacchierate è certamente quella tra Loredana ed Emma, unite da rivalità alternata a dichiarazioni di stima e da Charlie Rapino.

Loredana si dice soddisfatta della sua esibizione su Minuetto, un pezzo che ha sentito molto per la grande stima che nutre per Mia Martini. La cantante è più presa però a dare un parere sulle critiche al suo modo di cantare, diventato Charlie Rapino un’abitudine: “Quando canto dico la verità, con quella verità son entra e così spero di restare. Non mi posso contenere sul palco”. La siciliana è delusa dal comportamento del suo ex maestro e dalla sua rivale Emma che, a suo dire, ha dato prova di incoerenza dicendo che la polemica tra loro due è stata montata dai professori.

Loredana non è d’accordo, ha visto gli rvm della casetta dei Bianchi e l’ha smentita davanti a tutti in diretta. Dovremo aspettare molto per ascoltare la replica di Emma?
Assolutamente no, infatti arriva subito il commento della cantante pugliese sull’episodio incriminato: “Io non sono stata capita. Non ho problemi ad ammettere la nostra rivalità. Lei dall’inizio ha sempre vinto, ed è sempre stata preferita. Io non sono abituata a stare di fronte a lei”. Emma dice di aver raccolto dall’inizio del programma le briciole del successo di Loredana e pare soffrire di ciò.

Ma la cantante ha un fan sempre disposto a difenderla. Il buon Charlie Rapino parla della sua pupilla: brava nel musical, brava contro Loredana, brava in tutto.

“È maturata, prima era aggressiva, ora è bella dentro. Dopo la prima puntata ha capito le sue potenzialità e ora sta salendo di livello. La differenza con Loredana è che Emma non è stata una sorpresa all’inizio e ci sta stupendo adesso. Loredana è entrata come sorpresa all’inizio, ma ora sta diventando abitudine. L’artista si deve evolvere. Si inferocita per le mie parole, ma se vuoi vincere devi ricominciare a sorprendere. Il contrario del vero è l’ovvio. Se lei fingendo riuscisse a sorprendere, farebbe meglio invece che restare vera come dice lei. La gente vuole vedere altro. Mi da dell’incoerente ed è vero. Lo sono perché seguo l’evoluzione dell’artista, se fossi coerente sarei ovvio e non farei bene il mio lavoro”.

Comments are closed.