Basket, NBA: Bryant nella storia ma beffato dai Memphis

Kobe Bryant ha riscritto stanotte un’altra pagina della storia NBA. Con i 44 punti siglati contro i Memphis Grizzles, il play dei Lakers, raggiunge quota 25.208 punti in maglia gialloviola superando Jerry West fermo a 25.192 e diventa così il miglior marcatore di tutti i tempi per i L.A. Lakers. Purtroppo per lui le belle notizie della notte si fermano qui, dato che la sua squadra viene battuta dai giovani Grizzles (26v-21p) per 95-93. Match giocato per lo più punto a punto, con un’unico picco per i padroni di casa che al 22′ volano sul 50-39, massimo vantaggio, ma Bryant trascina i suoi e da lì alla fine il punteggio rimane sempre in equilibrio. Ultimo possesso nelle mani calde di Kobe che però viene marcato benissimo dalla difesa dei Grizzles così non riuscendo a liberarsi al tiro scarica la palla ad Artest che dall’angolo fa partire il tiro della possibile vittoria che però si spegne sul ferro sancendo il successo finale dei Memphis. I Lakers (37v-12p) perdono dopo 4 vittorie di fila ma restano saldamente al comando della classifica. Il migliore dei Memphis e Randolph con 22 punti e 17 rimbalzi, bene anche Gay autore di 25 punti. La sfida tra i fratelli Gasol va al minore, Marc, doppia doppia per lui con 11 punti e 13 rimbalzi, si ferma a 10+9 Paul.

Tornano a vincere i Celtics (30v-16p) dopo 3 K.O. consecutivi e lo fanno sul campo dei Wizards (16v-31p) dopo essere stati sotto per quasi tutto il match. L’allungo decisivo arriva a 3’42” dal termine con Boston avanti di 1 che piazza un micidiale parziale di 12-2 per chiudere 88-99. Top scorer è Kevin Garnett, 19 punti, da una parte e Butler, 20 punti, dall’altra, ma la parte del leone la fa Rondo con 17 punti e 12 assist.

Continua il Magic Moment di Utah (29v-18p) che inanella la sesta vittoria consecutiva, la decima negli ultimi 11 match. Vittima odierna Dallas (30v-18p) che cede 104-92 buttando via la partita nell’ultimo quarto chiuso 27-16 per i Jazz. Non sono bastati ai Mavericks i 28 punti del solito Nowitzki, per Utah da sottolineare le prove di Williams con 18 punti, 15 assist e 7 rimbalzi e di Millsap con 25 punti e 9 rimbalzi.

Ad Ovest importanti successi per Denver e Phoenix. I Nuggets (33v-15p) superano i Kings (16v-31p) faticando più del previsto e rimanendo così in scia ai Lakers. Denver sotto di 14 punti a metà gara riesce a recuperare nella seconda parte per poi chiudere 112-109. Grande prova di Martin, 24 punti e 12 rimbalzi, prestazione sufficiente per Billups con 23 punti. Nei Sacramento bene la coppia Hawes – Martin, 23 punti per il primo, 22 per il secondo. I Suns (29v-21p) si impongono a New Orleans (26v-22p) 109-100 firmando il parziale che si rivelerà decisivo nel secondo quarto chiuso 29-15 per Phoenix. Sugli scudi Stoudmire con 25 punti e 12 rimbalzi, doppia doppia anche per Steve Nash autore di 18 punti e 12 assist. Negli Hornets top scorer è Thornton con 25 punti.

Altri risultati:

Miami – Milwaukee 81-97, Portland – Charlotte 98-79.

Salvatore Morelli