Calcio, Fiorentina – Prime parole viola per Keirrison

Con la bufera Mutu, si è scatenato a Firenze il toto-sostituto. Sono stati fatti nomi importanti, ma se Cassano è ormai un caso chiuso, dopo la volontà del barese di restare a Genova, e le mire su Rocchi sono state posticipate a giungo, la Fiorentina ha trovato in terra carioca il nome che fa al caso suo. Si tratta di Keirrison de Souza Carneiro, 18enne proveniente dal Barcellona. Il giovanissimo attaccante è stato acquistato in estate dai blaugrana per 15 milioni di euro versati nelle casse del Palmeiras. Vista la sua giovane età, ha passato gli ultimi 5 mesi in prestito al Benfica, ma non è stato impiegato con continuità. Questa è la storia che ha portato una delle maggiori promesse brasiliane a vestire la maglia della Fiorentina.

Ecco le sue prime parole da giocatore viola:”Sono felicissimo di essere approdato in un club così importante. In Portogallo giocavo poco e spero di fare bene qui. Ammiro molto Inzaghi del vostro campionato, ma io sono diverso per caratteristiche. Romario è il mio modello ideale.” Keirrison potrà essere acquistato dalla Fiorentina a giugno con la clausola fissata a 14 milioni. Prandelli avrà a disposizione un centravanti che ha tutte le qualità per agire anche da seconda punta.

Tutto i nuovi acquisti, tranne Ljajic sono stati inseriti nella lista Uefa che deve essere consegnata per la seconda parte della Champions League. Chi non c’è più invece è Martin Jorgensen, tornato in Danimarca nell’Aarus, squadra che l’aveva lanciato. Il centrocampista ha augurato i migliori successi ai viola, salutando calorosamente i tifosi. La sua professionalità è testimoniata dal fatto che ritiene giusto lanciare le nuove leve che gli avrebbero tolto la possibilità di giocare, ma essendo i prossimi Mondiali gli ultimi della sua carriera, Jorgensen vuole avere la possibilità di giocare per andare in Sud Africa.

Intanto i toscani devono prepararsi alla sfida di Coppa Italia nella quale li attende l’Inter di Mourinho. Prandelli aveva auspicato una svolta in positivo per la sua squadra circa un mese fa. Il tecnico spera di mettere la “marcia in più” proprio contro i Campioni d’Italia sia per guadagnare la finale, sia per ritrovare l’entusiasmo nello spogliatoio.

Giuseppe Greco