Caterina Murino ha due mariti. Ma solo in teatro con Jorge Amado

Quanto è bella e sensuale Caterina Murino? L’abbiamo vista al cinema con Alessandro Gassman nel film “Il seme della discordia”, il quale pur non avendo sbancato i botteghini nel 2008, ha mostrato al pubblico la bravura di questa attrice dal fascino intenso.

Caterina oggi sceglie il teatro con un testo ispirato ad un famoso romanzo di Jorge Amado, scrittore brasiliano appassionato di donne dal carattere forte e dalla spiccata sensualità. La troviamo infatti in scena in questi giorni al Teatro Manzoni di Milano, insieme con gli attori Pietro Sermonti e Paolo Calabresi, ne Dona Flor e i suoi due mariti”.

Una storia d’amore a più sfaccettature, al cui centro si trova Donna Flor, donna moderna e passionale, accompagnata da due figure maschili molto diverse e per questo antagoniste nel suo cuore.

“Il testo di Jorge Amado è assolutamente straordinario e moderno nonostante sia stato scritto nel 1966”, dice in un’intervista a TgCom la Murino, “La donna, in questo caso Dona Flor, è al centro dei desideri e delle sue scelte. Da una parte la sessualità accesa, il sentirsi fortemente desiderata come donna, del primo marito Vadinho defunto e dall’altra il rispetto e la dedizione di Teodoro. Purtroppo è raro trovare oggi un uomo che abbia entrambe le qualità ma ammetto di essere stata molto fortunata perché sono follemente innamorata di una persona perfetta”.

Uno spettacolo insolito che ruota interamente intorno ad una figura centrale femminile, lasciando agli uomini un ruolo secondario, seppur determinante. Occorre grande personalità per sostenerlo al meglio, rendendo il senso profondo della femminilità raccontata magistralmente da Amado nei suoi romanzi. E Caterina ci riesce bene, come confermano le parole di Pietro Sermonti:  “Ha avuto un grande coraggio ad accettare questa avventura. Tutta la piéce ruota attorna a lei e devi avere le spalle larghe per sostenere una tale responsabilità. E lei ha dimostrato di sapercela fare”. Ma anche quelle di Paolo Calabresi: “Caterina è una bellissima scoperta”.

Lo spettacolo sarà a Milano fino al 28 febbraio.

Paola Ganci