Home Sport Formula 1: addio al vecchio punteggio

Formula 1: addio al vecchio punteggio

                                                             Formula 1 si cambia. Oggi la Fia  del neo presidente Jean Todt ha ufficializzato il cambio nella distribuzione dei punti, deciso ieri in una riunione tra i team e la Commissione di Formula 1. È stata accontentata la richiesta di chi chiedeva un maggior scarto tra il primo ed il secondo classificato, che passa a sette punti rispetto alla precedente decisione che invece voleva un distacco di cinque lunghezze tra il primo e il secondo. Si favorirà in tal modo chi vincerà più Gran Premi.

La successione per i primi 10 sarà quindi 25-18-15-12-10-8-6-4-2-1. In tal modo andranno a punti più monoposto in modo da rendere più omogenea la distribuzione poichè da quest’ anno il numero di team iscritti è aumentato.

Diventa definitiva anche la modifica sul cambio delle gomme: le 10 monoposto approdate alla terza fase delle qualifiche non potrebbero così cambiare pneumatici prima della gara. Questo li costringerà a rientrare prima ai box, favorendo le vetture inseguitrici.

Misure ,queste , volte a favorire il ritorno della spettacolarità nell’ambiente che in questi ultimi anni ha latitato facendo lievitare l’interesse per il motomondiale, in cui si registra, oltre al sempre verde Valentino Rossi, l’ascesa dello spagnolo Jorge “Para Fuera” Lorenzo e la conferma di Casey (ba)Stoner. Un mondiale di Formula 1 che si preannuncia scoppiettante con il passaggio di Alonso in Ferrari, quello del campione in carica Jenson Button in McLaren e soprattutto il gran ritorno di Michael Schumacher al volante della Mercedes GP.

Intanto oggi, nella seconda giornata di test in programma aValencia, Felipe Massa ha sbaragliato nuovamente la concorrenza ottenendo il miglior tempo e scendendo sotto il muro dell’ 1 e 12 secondi. Il brasiliano ha percorso 214 giri con la F10. Secondo miglior tempo per la Sauber del giapponese Kobayashi in 1′ 12″ 056. Terzo invece si è classificato Lewis Hamilton precedendo il polacco Kubica.

I test termineranno domani, dove crescerà l’attesa per Michael Schumacher e Fernando Alonso.

Emanuele Zambon

Comments are closed.