Francia: inizia il processo per l’incidente del Concorde

L'incidente che coinvolse il volo Concorde nel luglio 2000

Comincia oggi il processo alla compagnia aerea statunitense Continental e a cinque persone per l’incidente di un Concorde dell’Air France, risalente a dieci anni fa.

Il jet decollò in fiamme dall’aeroporto Charles De Gaulle di Parigi e si schiantò pochi minuti dopo, uccidendo 113 persone.
Un rapporto ufficiale disse che il Concorde aveva colpito un pezzo di metallo perso da un aereo della Continental che era decollato in precedenza dalla stessa pista.

I legali della Continental affermano invece di poter provare che il jet supersonico prese fuoco prima di colpire il frammento di titanio.

Il volo Concorde 4590 cadde sulla cittadina di Gonesse nel luglio del 2000, colpendo un hotel e uccidendo 4 persone, oltre a tutti i 109 passeggeri a bordo.

La maggior parte di loro erano turisti tedeschi che stavano andando a New York per partecipare ad una crociera di lusso nei Caraibi. Morirono anche i nove membri francesi dell’equipaggio.
L’intera flotta Concorde venne bloccata a terra, finché un’inchiesta stabilì che uno degli pneumatici dell’aereo era esploso, provocando la fuoriuscita di frammenti e la rottura di un serbatoio di carburante.
Il cherosene che ne fuoriuscì si infiammò e provocò la catastrofe.

Dopo circa un anno e mezzo fuori servizio, nel novembre 2001, i jet ripresero a volare con serbatoi nuovi e rinforzati, ma le inchieste proseguirono.
Nel dicembre 2004 un’investigazione giudiziaria concluse che un pezzo di metallo, lasciato sulla pista da un aereo Continental in fase di decollo, aveva provocato l’incidente.
La Continental Airlines, compagnia aerea di Houston, Texas, nega ogni responsabilità.
“Combatteremo contro la versione dell’accusa e proveremo che il Concorde prese fuoco otto secondi prima che colpisse il frammento, ovvero circa 700 metri prima“, ha detto Olivier Metzner, uno degli avvocati della Continental.
Questo viene negato dall’Air France, che comunque non è accusata di nulla.

Solo alcune delle famiglie delle vittime saranno rappresentate nelle udienze, poichè la maggior parte accettò il risarcimento dall’Air France in cambio della promessa di non intraprendere azioni legali contro la compagnia aerea.
Il processo, che si svolgerà a Pontoise, vicino Parigi, durerà probabilmente quattro mesi.
Il disastro è l’unico incidente che abbia mai convolto un aereo supersonico Concorde.
Air France e British Airways ritirarono la loro flotta di Concorde nel 2003.

Ivan Rocchi