Calcio, Juventus: i babies bianconeri convincono al torneo di Viareggio; pazza idea Pazzini per il calciomercato

Giunto alla sua 62esima edizione, il longevo Torneo di Viareggio, noto anche come Coppa Carnevale che ogni anno in questi giorni propone il suo programma agonistico con incontri tra le Primavere di formazioni scelte in tutto il mondo, ha visto ieri scendere in campo allo stadio “Pini” della cittadina toscana la selezione dei giovani promettenti cresciuti e maturati nel vivaio bianconero, sotto la guida esperta del tecnico Luciano Bruni.

La baby Juve ha fatto di un sol boccone i malcapitati del Legia Varsavia e nonostante siano stati costretti a giocare in dieci uomini per oltre 40 minuti, causa la prematura espulsione del fiorentino Rocchi che ha commesso un fallo da ultimo uomo, la “Giovane Signora” riesce a far quadrare la formazione sul manto erboso, respingendo con destrezza tutti i propositi velleitari offensivi dei polacchi.

La gara è terminata con un secco 3-0 per la primavera juventina andata a segno con il talentuoso Ciro Immobile, attaccante nativo di Torre Annunziata, classe 1990 ed in cascina già un curriculum di tutto rispetto: dalle convocazioni in Nazionale Under 20, prima e Under 21 poi, alla medaglia d’ argento conquistata con gli azzurrini ai Giochi del Mediterraneo dell’ anno scorso. Grazie ad un preciso colpo di testa ed un rigore da lui stesso procurato, Immobile mette la firma ad una preziosa doppietta, arricchita dal 3-0 finale, opera del volitivo difensore Alcibiade che incorna la sfera in rete, sfruttando al meglio un cross di Esposito generoso nel corso dell’ intero arco della gara a proporre palle invitanti agli attaccanti di ruolo.

La Juventus jr. ha dunque iniziato al meglio questa avventura e vorrà continuare a ben figurare nella kèrmesse anche perchè detentrice in carica del titolo; soddisfatto il tecnico Luciano Bruni della brillante prova dei suoi: “Abbiamo realizzato meno di quanto creato però la squadra è stata unita e umile, iniziando nel migliore dei modi la nuova avventura al Torneo di Viareggio”.

Ciro Immobile non pensa a celebrare se stesso per la fondamentale doppietta siglata ma elogia la prova del collettivo: “Sono contento per la mia doppietta ma soprattutto per la vittoria della Juve. Siamo scesi in campo con la testa giusta, cercando di fare subito la partita: è stata una bella soddisfazione portare a casa il successo anche con un uomo in meno”.

Sul fronte calciomercato, la dirigenza bianconera torna a fare i conti con l’ emergenza di fare risultato in questo primo scorcio del girone di ritorno e cercare di insabbiare i numeri che con la loro freddezza stanno affossando le mire bianconere d’ alta classifica. L’ era Zac è iniziata con un pari raccolto al cospetto di una Lazio guardinga giunta all’ Olimpico per badare a non prenderle e non bagnare l’ esordio di Alberto Zaccheroni con una sonante vittoria e il rimedio alle 8 sconfitte maturate dalla formazione di Galileo Ferraris e le 29 reti incassate potrebbe portare il nome di Giampaolo Pazzini che al Corriere dello Sport punta i piedi saldamente per terra e minimizza l’ affare che gioverebbe non poco agli interessi della Vecchia Signora: “Mi piace il campionato spagnolo e inglese, ma preferisco giocare in Italia. La Juve? Sono onorato. Ma ora sto bene alla Samp. Però la Juve è una grande squadra”. Sembra dunque che il futuro di Pazzini sia colorato ancora di blucerchiato, eccezion fatta nel caso dovesse arrivare, sponda Juventus, una super offerta alla quale non si può dire di no.

Gionata Cerchiara