Torna “We are the world” per aiutare Haiti

Sono trascorsi 25 anni da quando le star diedero il loro contribuito per aiutare il dramma della fame in Africa incidendo ‘We Are The World’, canzone scritta da Lionel Richie e Michael Jackson. Quincy Jones, che nel 1985 produsse il disco, e Lionel Richie, hanno trascorso la cerimonia dei Grammy, durante la quale c’è stato un tributo a Michael Jackson, a reclutare le stelle della musica di ieri e di oggi e dare vita a una nuova versione che aiuterà le vittime del terremoto di Haiti.

Ora Cantanti, rapper e attori tra cui Barbra Streisand, Kanye West e Miley Cyrus hanno registrato una nuova versione di “We are the world” a favore della popolazione di Haiti, colpita da un devastante terremoto, un quarto di secolo dopo l’uscita dell’originale. Bono e Lady Gaga sono stati tra gli ultimi ad unirsi all’iniziativa, che già includeva star come Usher, Jennifer Hudson,i Jonas Brothers, Pink, Enrique Iglesias, Celine Dion e tutte le stelle della musica black, da Will.I.Am a Snoop Dog.
Tutti hanno lasciato il proprio ego fuori dalla porta”, ha commentato Josh Groban, tenore che spazia tra più generi musicali, facendo riferimento alla richiesta che Quincy Jones fece nel 1985 durante la registrazione della versione originale. Sia il pezzo che il video che lo accompagna, girato dal regista Paul Haggis – premio Oscar per “Crash” -, verranno messi in vendita online e attraverso i canali tradizionali. Tutti i proventi – spiega Randy Phillips, uno degli organizzatori – andranno ad una neonata fondazione che si occuperà di distribuirli.

La nuova “We are the world” debutterà il 12 febbraio sulla Nbc per l’inaugurazione delle Olimpiadi invernali di Vancouver e sarà messa in vendita insieme a un video girato dal regista di “Crash”, Paul Haggis.bL’assenza di alcune voci storiche della versione originale come Bruce Springsteen, Bob Dylan e Paul Simon è stata rimpiazzata dai più bei nomi dell’hip hop. L’unica nota stonata è stata l’assenza dei trionfatori dei Grammy Awards come Beyoncè e Jay-Z, rientrati subito a New York, e Taylor Swift, ripartita per l’Australia. A cantare la nuova versione della canzone, potrebbero esserci un centinaio di cantanti, che ieri si sono già riuniti per le prove.

Eleonora Teti