Beppegrillo.it: Travaglio contro De Luca candidato

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:40

Durante “Passaparola”, il consueto appuntamento settimanale in diretta sul blog di Beppe Grillo, Marco Travaglio ha attaccato frontalmente Vincenzo De Luca, probabile candidato del Partito Democratico alle prossime elezioni regionali in Campania che è già stato scaricato dalla Federazione della Sinistra e dall’Italia dei Valori, alleati dei democratici.

“Il centrosinistra – ha detto Travaglio – Si è messo a candidare a governatore un imputato: sapete che Berlusconi invece gli imputati preferisce mandarli in Parlamento, perché lì c’è l’immunità; il PD invece qualcuno lo mette anche a governatore […] Per dirvi chi è questo De Luca, De Luca è stato rinviato a giudizio nel 2008 insieme a 47 persone per associazione a delinquere […] Nel 2009, ossia l’anno scorso, altro rinvio a giudizio con tredici persone per truffa e falso a proposito della delocalizzazione delle manifatture cotoniere”.

“Entrambi i processi – ha aggiunto il giornalista de “Il Fatto” – sono in corso e quindi, se sarà eletto, De Luca dovrà dividersi tra l’aula della Regione Campania e l’aula del Tribunale di Salerno, sarà a mezzo servizio e magari farà anche il Sindaco, chi lo sa?. […] Grazie allo scandalo della monnezza e a Bassolino Berlusconi ha potuto farsi due anni di campagna elettorale, figuratevi quando ci camperanno sul fatto che, al posto di Bassolino, c’è un pluri/imputato per il centrosinistra, mentre il centrodestra candida un incensurato, novità assoluta“.

Con l’accordo tra Udc e PdL sempre più vicino, intanto, gli ultimi sondaggi prospettano una vittoria a valanga del centrodestra.
Stefano Caldoro, infatti, potrebbe addirittura superare la soglia del 55%, mentre De Luca, sostenuto dal Partito Democratico, dai Verdi e da Alleanza per l’Italia, supererebbe con difficoltà l’asticella del 25%.

Il 13% di preferenze raccolte da Federazione della Sinistra, Italia dei Valori e Sle, infatti, verrebbero dirottati verso un candidato alternativo indipendente, probabilmente il magistrato Cantone o il rettore della Federico II Umberto Trombetti, un nome gradito anche al governatore uscente Antonio Bassolino.

“De Luca – ha detto Pierluigi Bersani, escludendo possibili ripensamenti – è il candidato in Campania, l’assemblea ha votato all’unanimità. È un candidato molto forte che ora ha il compito di allargare la coalizione”.
Non è dello stesso parere il sindaco di Napoli, Rosa Russo Jervolino.
“Ho detto fin dall’inizio – ha spiegato ai cronisti – che secondo me le primarie o si fanno sempre o non si fanno mai. Non si possono fare soltanto quando fanno comodo e non fare quando non fanno comodo, è un comportamento non rispettoso dell’elettorato”.