Home Spettacolo Gossip Bufera su Morgan, arriva l’ esclusione dal Festival di Sanremo

Bufera su Morgan, arriva l’ esclusione dal Festival di Sanremo

L’ intervista rilasciata al mensile Max, in tutte le edicole domani 4 Febbraio è costata carissima a Morgan, al secolo Marco Castoldi, ex componente del gruppo Blu Vertigo. Il contenuto delle dichiarazioni pronunciate dal cantante, giudice fisso al talent show musicale in onda su RaiDue, X-Factor è chiaro e senza possibilità di false o erronee interpretazioni.

“Io non uso la cocaina per lo sballo, a me lo sballo non interessa. La uso come antidepressivo. Gli psichiatri mi hanno sempre prescritto medicine potenti, che mi facevano star male. Avercene invece di antidepressivi come la cocaina. Fa bene. E Freud la prescriveva”.

Queste la parole incriminate che hanno portato l’ intervista ad essere un vero e proprio caso mediatico ed hanno fatto saltare i nervi agli organizzatori tecnici ed artistici della sessantesima edizione del Festival di Sanremo; dal direttore di RaiUno Mauro Mazza al direttore generale Mauro Masi, passando per il diretto interessato, il direttore artistico della kèrmesse di musica leggera italiana GianMarco Mazzi, la decisione è unanime ed irrevocabile e comporta l’ esclusione ufficiale di Morgan dal Festival di Sanremo. Il cantante ha cercato, anche prima che fosse divulgata la durissima sanzione, di riparare in qualche modo alle sue dichiarazioni affermando che ha fatto uso di cocaina per arginare gli stati depressivi, ma solo in passato e che questa pratica gli era sconosciuta ormai da diversi anni. Piovono abbondanti le critiche dal mondo politico che puntano il dito contro l’ escluso e invitano tutti i giovani a non seguire mai questo discutibile stile di vita:

“L’ ennesimo cattivo maestro di cui la gioventù italiana farebbe volentieri a meno” è l’ affermazione a caldo del Ministro della Gioventù Giorgia Meloni, mentre non addolcisce il suo pensiero in merito Carlo Giovanardi, sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio che tuona: “Più che esibirsi a Sanremo, sarebbe utile che questo Morgan potesse ricoverarsi in una comunità di recupero per tossicodipendenti”.

In tutto questo marasma mediatico, la vicenda potrebbe avere un risvolto in tribunale considerata la posizione antitetica e conflittuale che Morgan ed il mensile Max hanno. “L’ intervista mi è stata sostanzialmente carpita, io penso esattamente il contrario: la droga fa male, la considero pericolosa e inutile, mi riferivo all’uso che ne facevo in passato come terapia verso la depressione”, spiega il cantante.

“L’ intervista non è stata per nulla carpita e tanto meno è stata tesa una trappola. Il servizio, in lavorazione da tempo, è stato pienamente concordato”, è la replica del direttore di Max Andrea Rossi.

Gionata Cerchiara