Home Sport Calcio, Lazio: E se Ledesma rientrasse in gruppo?

Calcio, Lazio: E se Ledesma rientrasse in gruppo?

E se Ledesma rientrasse in gruppo?

Già, questo è l’interrogativo che serpeggia tra le fila biancocelesti. Al campo di allenamento di Formello, oltre ai nuovi arrivati, Ballardini troverà ancora il dissidente centrocampista il cui contratto è in scadenza l’anno prossimo. Il suo cartellino è ancora di proprietà del club di Lotito, ma a fine campionato l’argentino può ricorrere all’articolo 15 della FIFA per risolvere il suo contratto, e se non fosse impiegato per almeno il 10% degli impegni della Lazio potrà essere libero a costo zero. Quindi si dovranno fare bene i conti visto che il presidente degli aquilotti ha rifiutato ben 10 milioni di euro per il cartellino del talentuoso centrocampista e perderlo gratis a fine anno sarebbe una bella batosta.

A caldeggiare il suo reintegro in squadra è il suo collega di reparto Matuzalem: “Mi auguro che Ledesma venga reintegrato. Spero che a questo punto possa trovare un accordo con il presidente Lotito. Occorre fare il bene di entrambe le parti. Stiamo parlando di un grande giocatore che farebbe il bene della Lazio, ma la decisione spetta alla società”.

Parole, quelle del mediano brasiliano, che verranno sicuramente prese in considerazione dalla dirigenza biancoceleste, anche perchè non si sta parlando di un giocatore qualunque, ma dell’ormai ex capitano della squadra e di un talentuoso centrocampista dalla quale cessione si potrebbe monetizzare molto bene.

Ledesma, cresciuto calcisticamente nel Boca Juniors, è stato portato in Italia nel 2001 dall’allora dirigente del Lecce Pantaleo Corvino, che lo portò nel Salento e ben presto diventò una colonna della squadra giallorossa e gli venne affidata anche la fascia di capitano. Dopo oltre 100 presenze con la società pugliese si trasferì a Roma, sponda biancoceleste, nel 2006. Colleziona presenze anche in Champions League e regala ai suoi tifosi una perla memorabile nel derby contro gli acerrimi rivali dei cugini romanisti. Diventa anche qui il capitano della squadra e vanta 99 presenze con il club di Lotito. Presenze che potrebbero clamorosamente aumentare nella stagione in corso se si dovesse placare la querelle con la società capitolina.

Antonio Pellegrino