Home Sport Calcio, Roma – Azionariato popolare in vista?

Calcio, Roma – Azionariato popolare in vista?

Il tema della proprietà giallorossa ogni tanto rispunta sotto varie forme. Qualche settimana fa si era profilato il noto industriale farmaceutico Angelini che sembrava vicino ad una proposta di acquisto. Poco dopo la famiglia Sensi ha reso noto che rimarrà saldamente alla guida della società. Negli ultimi giorni l’argomento è riemerso in una forma del tutto nuova che potrebbe realmente concretizzarsi nel prossimo futuro. E’ attualmente in fase di studio un progetto di azionariato popolare per la A.s. Roma. Lo riferisce il noto quotidiano di economia e finanza “Il sole 24 ore“. Nelle pagine del giornale si legge che “entro fine febbraio lo studio legale Biamonti e l’advisor EnVent, che stanno seguendo l’iniziativa, dovrebbero organizzare una conferenza stampa nella quale il progetto sarà presentato in modo dettagliato“.

Ciò vuol dire che potrebbe profilarsi la creazione di una società volta ad entrare nell’azionariato della squadra di calcio in affiancamento alla famiglia Sensi. Ci sarebbero già 83 azionisti interessati al progetto. I nomi dei possibili nuovi azionisti vedono tra le proprie fila volti noti del mondo imprenditoriale e dello spettacolo. Tanto per citarne alcuni Cesare Romiti, Carlo Verdone e politici come Massimo D’Alema. I promotori di questo interessante progetto dovrebbero partecipare a Bruxelles ad un incontro al Parlamento europeo sul tema dell’azionariato popolare che si terrà il prossimo 23 febbraio.

Potrebbe così sorgere un sistema di azionariato popolare per certi versi simile, ma non uguale, a quello che caratterizza la proprietà del Barcellona. Intanto per l’importante partita Fiorentina-Roma, la Questura di Firenze ha consigliato a quanti non fossero in possesso del biglietto, di non mettersi in viaggio. Nel capoluogo toscano saranno chiuse le biglietterie e non sarà possibile acquistare tagliandi per il match. Inoltre, uno specifico piano di controlli lungo gli itinerari di arrivo non permetterà, a chi non ha il biglietto, di accedere alle aree antistanti lo stadio Franchi. Chi trasgredirà la norma, verrà contestato a norma di legge.

Giuseppe Greco

Comments are closed.