Home Spettacolo Film in televisione: “21 grammi”

Film in televisione: “21 grammi”

Stanotte, in terza serata (alle ore 03:00), RaiUno trasmetterà il film drammatico, del 2003, “21 grammi“. La pellicola, diretta da Alejandro Gonzalez Inarritu, è interpretata da Sean Penn, Benicio Del Toro, Clea Duvall e dalla bellissima Naomi Watts, già protagonista dell’horror “The ring”. Il film è il secondo lavoro della cosiddetta “Trilogia sulla morte” ( che comprende anche “Amores perros” e “Babel”) diretta, per intero, dal regista messicano.

L’ex malavitoso Jack Jordan (Benicio Del Toro) tornando a casa in macchina, investe, incidentalmente, un padre di famiglia e le sue due bambine. Seppur devastata dal dolore, la moglie Cristina (Naomi Watts) ne dona gli organi. Il beneficiario del cuore è Paul (Sean Penn): dal momento in cui riceve l’organo, Paul diventa un’altra persona: abbandona la moglie e parte alla ricerca della donna amata dal suo nuovo cuore prima dell’incidente…

Ventuno grammi è il volume della nostra anima, è il peso che il nostro corpo perde dopo la morte. Se l'”io” è così leggero, la vita, invece, pesa tantissimo. La pellicola affronta una valanga di temi scottanti, forse troppi e pesanti come macigni: dal fanatismo religioso all’aborto, dalla morte al senso di colpa, dal dono di organi alla vendetta, dall’ingiustizia della sorte alla paura della morte…La trama, ruotando intorno ai tre protagonisti, ci racconta episodi strazianti e tentativi di rimettersi in piedi. Protagonista della storia è il dolore nelle sue declinazioni più truci: ogni cosa che ruota intorno alle tre miserabili vite è strazio, disperazione, tentativo di salvezza…

La scenografia è smontata di ogni logica temporale allo scopo di mettere lo spettatore nella stessa confusa condizione mentale dei personaggi. Tale tecnica dona, inoltre, alla pellicola un tocco originale, compensando tematiche profonde ma altamente sfruttate dalla storia del cinema.

Il film è stato vincitore di decine di premi. Notevoli le interpretazioni di un cast stellare. Erronea la collocazione nel palinsesto Rai che l’ha relegato a tarda notte.

Valentina Carapella