Morgan escluso da Sanremo a causa delle dichiarazioni sull’uso abituale di droga

Dopo le dichiarazioni  bomba dilagate ieri sulla cattiveria imperante nel mondo televisivo, ma soprattutto sul suo uso quotidiano e abituale di crack, la cocaina da fumare, che secondo il musicista sarebbe meglio di un antidepressivo, Morgan è stato escluso dalla gara canora sanremese.

Lo comunica questa mattina il Direttore di Raiuno Mauro Mazza che è giunto alla decisione definitiva in accordo con il Direttore Generale Mauro Masi. Ieri era scoppiata una vera bufera dopo la diffusione in anteprima dell’intervista fatta dal cantante al mensile Max, in uscita il 4 febbraio, nel quale Morgan non aveva usato mezzi termini rispetto il suo uso abituale di sostanze stupefacenti, per risollevare l’umore e aprire la mente, anche durante il lavoro.

Dopo aver capito però che le sue parole avrebbero messo in forse la sua partecipazione a Sanremo, l’ex cantante dei Blu Vertigo, aveva prontamente rettificato dichiarando a sua volta:

“Sono molto sconcertato ed amareggiato, anzi profondamente addolorato, per non dire disperato, per le frasi che mi sono state attribuite. L’intervista mi è stata sostanzialmente carpita, io penso esattamente il contrario: la droga fa male, la considero pericolosa e inutile, mi riferivo all’uso che ne facevo in passato come terapia verso la depressione. Forse mi è stata tesa una trappola e ci sono caduto ingenuamente. Non ho mai nascosto certe mie debolezze in quanto persona autentica e sensibile, quindi tutti sanno di certi errori commessi in passato di cui ho anche parlato con delicatezza nelle mie canzoni e non certo nel modo strumentale e errato dell’articolo”.

Parole di smentita che però non sono bastate. Arrivata l’ulteriore conferma da parte di Andrea Rossi, Direttore di Max, rispetto alla veridicità dell’intervista fatta a Morgan, la Rai ha preso la decisione di chiudere la vicenda con l’esclusione del cantante da Sanremo.

Un provvedimento pesante, che forse risulta anche un po’ ipocrita, se pensiamo che l’uso della cocaina è risaputo e tollerato in molti ambienti, incluso quello dello spettacolo. Ma Morgan, dovevi aspettartelo, certe cose in Italia si fanno e va bene a tutti, ma se si dichiarano ufficialmente, ecco quello che si rischia: la gogna e l’esclusione.  

Paola Ganci