Home Spettacolo Avatar 2 verrà alla luce: parola di Rupert Murdoch

Avatar 2 verrà alla luce: parola di Rupert Murdoch

Avatar, il preannunciato kolossal della storia del cinema, ha davvero sbancato ogni previsione, in termini di critiche, ma a maggior ragione in termini di guadagni al botteghino, sfiorando il tetto di oltre due miliardi di dollari d’incasso nel mondo.

Proprio oggi, Rupert Murdoch, fondatore e presidente del grande impero News Corp., ha dato un’importante conferma che farà rallegrare i milioni di fan che già speravano in un seguito. Avatar 2, verrà alla luce. La notizia, nonostante sia stata ufficializzata, tende a precisare i tempi sicuramente non imminenti, relativi alla data di realizzazione, che non avverrà prima di quattro anni.

Le voci che anticipavano l’uscita del sequel del film capolavoro di James Cameron, erano già in circolazione, soprattutto sul web, già da qualche settimana, ma la notizia è pervenuta oggi sul prestigioso “The Hollywood Reporter” in cui lo stesso Murdoch, nel corso di un’intervista ha anticipato il fatto che il regista sembra avere già delle idee interessanti circa il nuovo progetto, pur essendo ovviamente nelle sue primissime fasi di realizzazione.

Lo stesso Cameron ha voluto rimarcare il suo intento di allontanarsi dal fantastico mondo di Pandora, prima di ultimare la trilogia annunciata. Secondo molti rumors già in circolazione, pare che, considerando il finale del film caratterizzato da uno scontro, si potrebbe ipotizzare già il tema che caratterizzerà il secondo capitolo, con ogni probabilità immerso nella battaglia.

Intanto, ciò che Murdoch ha tenuto più volte a precisare, sono proprio i tempi piuttosto lunghi di realizzazione di Avatar 2: “Spingeremo per una di queste idee. Ma non trattenete il fiato per un film imminente!”. Affermazione più che sensata, se si pensa che per la realizzazione della grande pellicola ci sono voluti oltre 10 anni di duro lavoro.

Intanto, Avatar e i suoi affezionatissimi fans, potranno accontentarsi delle nove nomination agli Oscar in occasione dell’ottantaduesima edizione degli Academy Awards.

Emanuela Longo