Home Sport Calcio-Juventus: Chiellini non si muove

Calcio-Juventus: Chiellini non si muove

                                                                                                   Fisico bestiale, carattere da vero duro. Questo il ritratto del difensore della Juventus Giorgio “The italian wall” Chiellini che ha  ribadito ancora una volta, semmai ce ne fosse stato bisogno, che lui e la Juve sono una cosa sola. “Può far piacere l’interesse di grandi squadre – risponde Chiellini ai microfoni di Juventus Channel – ma non ho alcuna intenzione di lasciare la Juve: sto bene qui, spero di rimanerci a lungo e di prolungare il rapporto con la società”.
Il riferimento del livornese è tutto per il derby scatenatosi in quel di Manchester dove il City e lo United sono pronte a sferrare l’assalto alla società bianconera con tanto di coltello fra i denti per strappare il difensore alla società di Corso Galileo Ferraris. Il neo tecnico dei citizens Roberto Mancini lo ha indicato come priorità assoluta per rinforzare la difesa non certo impeccabile.

Proprio nelle ultime 24 ore si registra invece una clamorosa fanta-operazione di mercato che vede coinvolto il Real Madrid. Le merengues hanno in organico l’ombra di Kakà che ha disatteso le aspettative con un rendimento altalenante, complice a dir la verità una fastidiosissima pubalgia. Si profila un clamoroso scambio a fine stagione fra la squadra spagnola e la Juventus: Diego Ribas da Cunha e Giorgio Chiellini per Ricardo Kakà e tanti saluti alle coronarie di Adriano Galliani.

A rassicurare la tifoseria bianconera ci pensa però lo stesso difensore della nazionale che poi vira il discorso sulla situazione attuale della propria squadra, non certo rosea: “È un momento importante per recuperare energie fisiche e mentali, per cercare di ripartire. Per fortuna abbiamo due settimane senza turni infrasettimanali, per allenarci bene. Dobbiamo tornare a vincere, perché altrimenti ci allontaneremmo troppo dalla zona Champions. Come ha detto Gigi(Buffon), dobbiamo cercare di andare avanti in Europa League e raggiungere la Champions diretta. Non sarà facile, ma abbiamo il dovere di provarci”.

Il difensore guarda alla sfida col Livorno: “Abbiamo le carte in regola per vincere a Livorno, ma non sarà facile, perché troveremo un ambiente caldissimo. Sto cercando di dare qualcosa in più, come tutti del resto. Sento la responsabilità di quest’annata storta, così come i miei compagni e c’è voglia di ripartire, perché chiudere un anno in questo modo non è pensabile. Abbiamo sempre affrontato le nostre responsabilità. Quando le cose vanno male non è mai colpa di una persona, ma di tutti. Vivendo questa situazione in prima persona, credo di star più male io dei tifosi, e penso sia così per tutti noi giocatori”.

Emanuele Zambon

Comments are closed.