Home Sport Calcio, Mazzarri sul Napoli: “Sul campo adesso la squadra ha un’anima”

Calcio, Mazzarri sul Napoli: “Sul campo adesso la squadra ha un’anima”

Dopo un inizio di campionato più che discutibile, il Napoli con l’avvento del tecnico Walter Mazzarri(foto) ha voltato decisamente pagina e l’ha fatto in un modo che i tifosi partenopei nemmeno osavano immaginare: quarto posto solitario in classifica valevole per i preliminari di Champions League, Juventus staccata di quattro punti, e record del Napoli di Maradona alle porte. Sogno? Assolutamente no. Tutto vero e i motivi di questo momento li spiega proprio il tecnico livornese: “Stiamo facendo un gran lavoro, sul campo adesso la squadra ha un’anima, un’identità precisa come si è visto anche sabato sera con il Genoa. Con questo modo di pensare si getteranno le basi anche per gli anni successivi per dare soddisfazioni ai nostri tifosi”.

L’allenatore degli azzurri parla anche del calciomercato appena conclusosi: “In questo momento dell’anno non bisogna riempire le rose se non servono giocatori. Se doveva venire un giocatore di valore importantissimo, che sulla carta era superiore ai nostri, il primo a essere felice ero io. Ma non ce n’erano in giro, io non ne vedevo accessibili. Allora preferisco tenermi i miei ragazzi, che hanno fatto 15 risultati utili consecutivi. Io sono un allenatore che da 10 anni ha idee calcistiche ben precise, secondo me in questo organico mancava solo l’esterno sinistro. La società in base a quelli accessibili, ha scelto un giocatore che era da rimettere un pò a lucido ma che in passato si era conquistato la Nazionale(si parla di Dossena). In quel momento lì ci è sembrato giusto prenderlo e sono contento che sia venuto”.

Intanto si hanno buone notizie per quanto concerne il ritorno dell’infortunato Lavezzi che dichiara: ” Sono a Buenos Aires per essere valutato anche dalla Federazione Argentina. Resto per curarmi e per fare in modo di tornare contro l’Inter”.

Notizia, quella del ritorno di “el pocho”, che farà sicuramente sorridere tutto l’ambiente azzurro.

Antonio Pellegrino