Home Sport Calcio, Milan- Flaminì ” guardiamo avanti”

Calcio, Milan- Flaminì ” guardiamo avanti”

Un altro rossonero è stato chiamato a rispondere a proposito del periodo no del Milan: Mathieu Flaminì. Dopo la settimana no ecco che quindi anche lui viene sottoposto ” all’interrogatorio “; si riuscirà a capire cos’è che proprio non va nella squadra di Leonardo in questo periodo…

Ecco cosa risponde Flaminì al giornalista di Milan Channel; la prima domanda riguarda la sua salute:  “Adesso sto bene. Avevo male alla spalla: ho subito una sublussazione, ma ora mi sento meglio e mi fa piacere poter tornare a giocare.
Sono stato felice di aver realizzato un gol contro il Novara, spero di riuscire a farne anche altri. Spesso mi capita di provare a tirare da fuori area, ma ogni volta i portieri riescono a fermarmi.
Provare il tiro da fuori a volte può rivelarsi la soluzione giusta, soprattutto quando giochiamo contro squadre che hanno numerosi giocatori dietro, può essere una soluzione supplementare.”

Si passa poi al momento no e si chiede come sta la squadra in vista della partita di domeica contro il Bologna:

“Stiamo bene. Il Milan ha conquistato una serie di vittorie, poi purtroppo c’è stata solo una settimana in cui le cose non sono andate tanto bene. Non abbiamo ottenuto grandi risultati, ma domenica giocheremo contro il  Bologna e vogliamo fare un buon risultato. Sarà importante questa partita.
Non credo sia stato facile neanche per i tifosi perdere il derby, ma la cosa importante adesso è andare avanti. Siamo secondi in campionato con una partita da recuperare, ci siamo qualificati agli Ottavi di Champions League, dobbiamo guardare avanti, continuare a lavorare bene per fare bene. “

Non può mancare la domanda sulla Champions vista la vicinanza della sfida con il Manchester:

“E’ una manifestazione a cui tengo molto. Per me è ancora vivo il ricordo della Finale del 2006 contro il Barcellona”.

In attesa della coppa il Milan deve prima pensare a vincere contro il Bologna in modo da potersi poi concentrare per la sfida contro la squadra di Ferguson.

Filomena Procopio