Home Sport Calcio, Milan: Il Rubin Kazan piglia tutto manda in tilt i rossoneri

Calcio, Milan: Il Rubin Kazan piglia tutto manda in tilt i rossoneri

Il bello ed il cattivo tempo. E’ questa la definizione più adatta che meglio caratterizza i movimenti di mercato del Rubin Kazan, evidentemente rinvigorito dalla pregevole e storica partecipazione alla Champions League ancora in pieno svolgimento, giungendo fino in prossimità di un clamoroso passaggio agli ottavi di finale, sogno spezzato dalla sconfitta contro l’ Inter di Mourinho con il rotondo punteggio di 2-0.

Ma è in quest’ ultima stagione che il club tartastano conosce il momento più alto della sua storia calcistica; senza precedenti è l’ esaltante vittoria al Camp Nou, tana del Barcellona di Pellegrini seguito dal pari interno ed a reti inviolate contro l’ altra corazzata russa dello Zenit San Pietroburgo, ora guidata dall’ abile Luciano Spalletti, che con la contemporanea sconfitta dello Spartak Mosca nel sentito derby contro il CSKA, incorona il sorprendente Rubin campione di Russia. Ed ora è un susseguirsi di grandi nomi che dovrebbero indossare la maglia rosso-verde, il Rubin insomma non si ferma più e come se scalpitasse di entrare nell’ esclusivo giro delle società europee più blasonate va a caccia di giocatori dal cartellino oneroso.

Detto fatto, i russi hanno messo sul piatto delle offerte otto milioni di euro per ottenere il terzino destro rossonero Kakhaber Kaladze, da 8 stagioni a protezione della retroguardia del Diavolo ed al capolinea con società e tifosi. Secondo indiscrezioni riportate da MilanNews.it, la trattativa sarebbe già ben avviata e come si può immaginare, ha ottime possibilità di entrare in porto. Ciò rappresenta l’ aspetto positivo, che come si conviene appaga entrambe le parti; il club russo otterrebbe il difensore cercato, i supporters rossoneri non sarebbero più costretti a restare costernati dalle papere dell’ avventuroso georgiano.

Ma se il paragone tra il Rubin ed il Barcellona spendaccione targato Perez della sessione estiva di mercato può far sorgere clamore e sdegno, le mire dei russi verso l’ attaccante bosniaco Edin Dzeko rappresentano l’ altra faccia (oscura) della medaglia, il cattivo tempo almeno per il Milan che rischia di vedersi sfilare da sotto al naso, il giocatore che ha corteggiato ed inseguito tanto intensamente quanto inutilmente per svariati mesi.

Il gigante della linea offensiva del Wolfsburg costa 40 milioni di euro e se la società di Via Turati al momento sarebbe disposta a sborsarne solo 20, sia pur offrendo una contropartita in giocatori quali Huntelaar e Jankulovski, il Rubin, battendo Galliani sul tempo avrebbe già pronto il notevole malloppo per accaparrarsi le brillanti prestazioni del bosniaco; d’ altronde, per tagliare nuovi storici traguardi il Rubin ha bisogno di qualcuno che non faccia rimpiangere l’ argentino Alejandro Dominguez, ceduto al Valencia e vero mattatore sia in Prem’ er Liga che in Champions League.

Gionata Cerchiara