Home Spettacolo Film in televisione: “Ti va di ballare?” con Antonio Banderas

Film in televisione: “Ti va di ballare?” con Antonio Banderas

Sulla scia dei numerosi lungometraggi in cui è protagonista il ballo, questa sera, alle ore 21:10, la prima rete Mediaset trasmetterà il film musicale, del 2006, “Ti va di ballare?” ( titolo originale “Take the lead”). La pellicola, diretta da Liz Friedlander, è interpretata da un fantastico Antonio Banderas (già, recentemente, protagonista di “La maschera di Zorro”).

Pierre Dulaine (Antonio Banderas) lavora in una scuola privata ed è un abile maestro di balli da sala. Da professionista, l’insegnante si propone come istruttore di danza in una scuola frequentata da ragazzi problematici. Pierre dovrà scontrarsi con giovani amanti dell’hip hop che disprezzano il ballo di coppia. Con l’ausilio di una gara, il cui montepremi ammonta a 5.000 dollari, riesce a conquistare la fiducia e la stima degli adolescenti inventando un nuovo stile di danza che è un osmosi tra il classico e il contemporaneo…

Mattia Nicoletti afferma che “il cinema ha ballato mille volte. Forse diecimila”. Giustissimo. Non solo: quando la pellicola si imprime di passi di danza, esibendo, così, un cocktail esplosivo, resta più a lungo nel cuore degli spettatori: come dimenticare film come “Flashdance”, “Dirty dancing” o il più recente “Save the last dance”… “Ti va di ballare?” esibisce una trama semplice, quasi scontata. Al contrario, però, mette in mostra la perizia di un convincente Antonio Banderas e la versabilità di una colonna sonora che accontenta tutti perchè spazia dallo swing all’hip hop, dai ritmi “andanti” del tango e del waltzer al più movimentato street style.

La regista Friedlander, già esperta di videoclip musicali, dimostra grande maestria nel girare sequenze di ballo e inquadrature coreografiche. La spettacolarità, unita alla sapiente e discreta esibizione dei buoni sentimenti rende la pellicola piacevolmente scorrevole. Con uno squarcio sul mondo dei giovani e un’occhiata discreta a quello della musica, la vicenda piace a tutta la famiglia. Film non solo per appassionati.

Valentina Carapella