Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo Hamas pronta al dialogo con la comunità internazionale

Hamas pronta al dialogo con la comunità internazionale

“Hamas è pronta a dialogare con il mondo, la comunità internazionale, gli USA, il Quartetto per il Medio Oriente e gli Europei”, ha raccontato mercoledì Ismial Haniya, leader del movimento Islamico della Palestina, ad un giornalista di Agence France-Presse (AFP).

Il movimento islamico è considerata un’organizzazione terrorista dagli Stati Uniti e l’Unione Europea rifiuta relazioni diplomatiche formali con il gruppo, soprattutto perché Hamas non riconosce il diritto di Israele di esistere.

“Devono riconoscere noi prima, il diritto della popolazione palestinese, noi siamo le vittime”, continua Haniya, che considera necessario il riconoscimento dello stato palestinese con i confini risalenti al 1967 e con capitale Gerusalemme Est, annessa in Israele dopo i conflitti arabo-israeliani di fine anni sessanta.

Il leader di Hamas ha fatto sapere che il suo obiettivo è la nascita dello stato palestinese, con conseguenti elezioni politiche. Il tutto in ogni casa palestinese, anche a Gerusalemme.

La difficoltà è rappresentata dalle relazioni con il movimento rivale Fatah, con a capo il presidente della Palestina Mahmud Abbas.

Nabil Shaath, membro del gruppo Fatah, ha visitato la Striscia di Gaza e si è incontrato con Khalil al Havva, di Hamas, nel tentativo di fare un passo avanti verso la riconciliazione.

“Siamo un solo popolo“, continua Haniya, “abbiamo una terra. Ogni palestinese ha il diritto di muoversi nella sua terra in qualunque momento. Se Shaath chiederà un incontro, non faremo nulla per impedirlo”.

Ora rimane da vedere quale sarà la risposta di Fatah, di Israele, dell’Europa Unita e degli USA.


Sebastiano Destri