Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo Pakistan: una bomba miete 7 vittime vicino ad una scuola

Pakistan: una bomba miete 7 vittime vicino ad una scuola

Un nuovo attentato talebano provoca l’ennesimo spargimento di sangue nel già martoriato territorio pakistano. Oggi, nella provincia di Blambutt, nella zona nord-occidentale del paese, un potentissimo ordigno, azionato a distanza, è esploso nei pressi di un istituto scolastico femminile

A perdere la vita sono state 4 allieve e alcuni passeggeri di un convoglio che si trovava a passare nel luogo bersagliato, ovvero un soldato pakistano e tre militari americani che stavano scortando un gruppo di giornalisti e membri di varie ONG.

Numerosi poi i feriti, probabilmente più di sessanta, tra cui sedici studentesse e degli agenti preposti alla sicurezza; tre le macchine distrutte; una ragazza, rimasta tra le macerie del soffitto crollato dell’edificio, è stata tirata fuori e sta bene. Tale grave bilancio è da attribuire al fatto che l’esplosione sia avvenuta proprio nei pressi del luogo in cui una folla si era radunata per festeggiare l’inaugurazione della scuola, precedentemente distrutta nel corso di una guerriglia.

Inizialmente era stata diffusa la notizia che tra le vittime ci fossero anche quattro dei reporter stranieri, poi è arrivata la smentita.

Alcuni agenti che scortavano il convoglio sarebbero riusciti ad uccidere uno dei terroristi.

L’attacco è stato rivendicato dal movimento fondamentalista Tehrik-e-Taleban, il cui portavoce, Azam Tariq, avrebbe chiaramente espresso l’intenzione da parte dei suoi di continuare nel processo di eliminazione degli americani; la volontà è quella di vendicare le bombe piazzate a Blackwater.

La notizia ha fatto sprofondare nell’imbarazzo il governo pakistano, che ha sempre negato che sul proprio territorio ci fossero soldati USA; ancora di più per il fatto che tali militari si trovavano nel Paese per addestrare gli eserciti locali impegnati nella lotta al terrorismo.

Domenica Nolè

Comments are closed.