Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca Sciatore disperso, trovato morto a Roccaraso

Sciatore disperso, trovato morto a Roccaraso

È stato ritrovato privo di vit

a il corpo dello sciatore disperso sulla neve nei giorni scorsi a Roccaraso (L’Aquila), in località Aremogna. Il cadavere dell’uomo, Giovanni Ferrante, 48enne istruttore di ballo di Latina, è stato trovato dagli uomini del Corpo Forestale dello Stato alle 8.15 nei pressi di una pista battuta, in località Azzurra. Secondo le prime ipotesi , sarebbe caduto a causa della pendenza e probabilmente ha battuto la testa finendo in un bosco. A causa delle condizioni meteorologiche e del vento, il suo corpo è stato ricoperto dalla neve, che lo ha reso invisibile ai ricercatori che già ieri erano impegnati nelle ricerche sul posto.

Giovanni Ferrante era un esperto sciatore. Tutti gli amici lo ricordano così. Era partito per Roccaraso con una comitiva che poi aveva lasciato, lunedì pomeriggio, per continuare a sciare da solo. Chi lo conosceva racconta che era un esperto nelle discese con lo snowboard e anche un appassionato di surf, tanto da aver partecipato, alcuni anni fa, ai campionati italiani. D’estate era istruttore di surf, mentre da anni insegnava salsa cubana in alcuni noti locali del capoluogo pontino, il Bandana e il 24Mila baci, dove era molto conosciuto. A Latina Giovanni Ferrante viveva da solo, non era sposato e non aveva figli. I genitori e la sorella ieri hanno raggiunto Roccaraso.

Le ricerche erano cominciate lunedì sera dopo l’allarme lanciato dai familiari. La tavola da snowboard, rossa e nera, è stata ritrovata nei pressi e risulta spezzata. Il sostituto procuratore della Repubblica di Sulmona, Maria Teresa Leacche, ha dato l’autorizzazione alla rimozione del corpo che sarà trasportato all’obitorio di Castel di Sangro per l’ispezione cadaverica.

Il Corpo forestale dello Stato trasmette un messaggio e consiglia a tutti gli amanti della montagna la massima prudenza e raccomanda di seguire alcuni preziosi consigli. Ogni sciatore/snowboarder deve comportarsi in modo da non mettere in pericolo sè stesso e gli altri o provocare danno e deve tenere una velocità e un comportamento adeguati alle proprie capacità e alle condizioni climatiche generali”. “Lo sciatore che si immette su una pista deve assicurarsi – prosegue il Corpo Forestale – mediante controllo visivo a monte e a valle, di poterlo fare senza pericolo per se’ e per gli altri. Lo stesso comportamento deve essere tenuto dopo ogni sosta. Deve evitare di fermarsi, se non in caso di assoluta necessita’, sulle piste e in particolare nei passaggi obbligati o senza visibilita’. Lo sciatore deve rispettare la segnaletica della pista, prestare attenzione alle traiettorie degli altri, in considerazione del tipo di sci utilizzato, e soprattutto chiunque deve prestarsi per il soccorso in caso di incidente. E’ importante – conclude la nota – che tutti gli escursionisti nonche’ le amministrazioni e gli enti locali consultino quotidianamente i bollettini meteonivologici pubblicati sul sito www.meteomont.org o attraverso il numero di emergenza ambientale 1515 del Corpo forestale dello Stato”.

Manuela Vegezio