Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca Tumore al seno: le novità della ricerca

Tumore al seno: le novità della ricerca

Arrivano notizie importanti nel campo del tumore al seno, è stata infatti scoperta una nuova molecola che potrà davvero fare la differenza in termini di terapia e cura.
Il 71% delle donne colpite dal tumore, se curate con la molecola trastuzumab sopravvive senza rischi di ricaderci, mentre chi viene trattata con chemioterapia ha una percentuale del 56%. Le possibilità di riammalarsi quindi diminuiscono notevolmente con l’uso di tale molecola miracolosa.
La ricerca deriva direttamente dal nostro paese, e rappresenta una vittoria per tutte le donne che purtroppo vengono colpite dal tumore.

Lo studio prende il nome di NOAH, ed è stato diretto da Luca Gianni, direttore di Oncologia medica 1 della Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori e co-fondatore della Fondazione Michelangelo.
Ogni anno il tumore al seno HER2-positivo localmente avanzato (molto aggressivo) colpisce 38mila donne e di queste 8 mila non ce la fanno a sopravvivere.
Tale tumore prima di poter operare, richiede una cura con trattamento farmacologico: usando la molecola citata sopra, essendo un anticorpo, prima delle chemio aumentano le possibilità di guarire senza che il tumore torni.
I risultati di questo studio dimostrano che si è compiuto un altro significativo passo avanti nella lotta contro il tumore mammario. L’evidenza indica che farmaci mirati, come trastuzumab contro HER2, aumentano in modo formidabile la possibilità di intervento quando associati alla chemioterapia, portando la sopravvivenza libera da malattia al 71% in un gruppo di donne altrimenti destinato a un decorso molto grave di recidivale progressione“, ha detto il direttore dello studio.

Alessandra Battistini