Home Spettacolo “Amici”resoconto puntata (05-02-2010 seconda parte). Emma: “Non sono la cretina della casa!”

“Amici”resoconto puntata (05-02-2010 seconda parte). Emma: “Non sono la cretina della casa!”


Tra i bianchi scatta il toto-nomi. La commissione ha annullato il proprio potere di salvare, ed è logico che verrà nominato chi darà più fastidio. Emma si sente l’agnello sacrificale ma i compagni non la assecondano ed è subito malumore.

I ragazzi credono che perderanno almeno una delle due sfide ma vincendo la prima, con l’altra squadra priva di un elemento forte, una seconda vittoria non sarebbe poi impossibile.

Stefano continua a commentare la strana comunicazione: è raro che la commissione si metta da parte, ed è normale che i ragazzi tenderanno a nominare i più talentuosi della squadra avversaria: “Se io arrivassi in finale mi converrebbe portarmi dietro Rodrigo? Conviene toglierlo prima”. Secondo Stefano Grazia e Michele possono stare tranquilli. Anche i Blu faranno un ragionamento sulla classifica e i candidati all’eliminazione saranno presumibilmente Stefano, Pierdavide ed Emma.

È proprio la cantante che interviene dicendo di essere la più facile vittima dell’eliminazione. I compagni però le fanno notare che, se da una parte Loredana potrebbe volerla eliminare, dall’altra le converrebbe risparmiarla. Nominare la sua maggiore antagonista le toglierebbe l’aura di bontà che si è creata nelle ultime settimane.

Per Pierdavide bisogna evitare di mostrare le proprie insicurezze, o meglio chi lo fa è un furbetto. Se uno di loro in questi giorni spingerà sull’idea di essere il prossimo eliminato, farà leva sulla pietà del pubblico che voterà in massa quel nome portandolo tra i primi tre e decretando l’eliminazione dei compagni che ora ci si affretta a dare per salvi.

Emma non si cura del parere del compagno. Lei  è sicura di andare a casa domenica e non accetta che i compagni discutano la sua ipotesi: “La mia logica è la giusta. Io sono presa per la cretina della casa. Grazia è protetta da Pierdavide. E ogni volta che parlo tirano in ballo il mio pessimismo, il mio vittimismo. Io mi godo gli ultimi giorni!”.

Pare che la parola Amici, nella casetta dei Bianchi, inizi a perdere un po’ di senso.