Home Sport Calcio, Napoli: Maggio crede nel quarto posto finale

Calcio, Napoli: Maggio crede nel quarto posto finale

Champions League? Perchè no?

Questo è ciò che si può ben capire dalle parole dei due esterni del Napoli Christian Maggio e Andrea Dossena che parlano del momento favoloso della squadra partenopeo e della prossima insidiosa trasferta di Udine.

Intervenuto a NapoliMagazine.com, l’ex sampdoriano ha dichiarato: “Udinese-Napoli sfida utile per consolidare la zona Champions? Può anche essere, ma è pur vero che ci sono tante partite da giocare fino alla fine del campionato. Come ha detto mister Mazzarri(nell’intervista riportata in un precendente articolo), ogni gara va affrontata come se fosse una finale. Non sottovaluteremo mai i nostri avversari, perchè le insidie possono sempre verificarsi in qualsiasi incontro. La Nazionale? Sto lavorando anche per questo. E un sogno che ho e che spero di realizzare. E’ un periodo fortunato e felice. Se giocherò bene con il Napoli spero di essere nel gruppo che partirà per il Sud Africa. La striscia di risultati utili consecutivi ci ha conferito grande serenità e tranquillità. Mazzarri ci ha dato una svolta dal punto di vista emotivo. Questa è la forza più bella della squadra”.

Gli fa eco il compagno di squadra Andrea Dossena, intervenuto anch’egli a NapoliMagazine.com, per il quale la prossima partita contro i friulani sa di amarcord: “Sarà una sfida particolare per me, ci tengo a far bene. Voglio dimostrare ai tifosi del Napoli le emozioni che sto provando. Io sono a Napoli per dare umilmente il mio contributo per raggiungere un traguardo importante che scopriremo guardando la classifica. L’obiettivo Europa concreto? Se guardiamo la classifica sembra proprio di si, ma ci sono ancora 4 mesi di gare da disputare. Quali sono le nostre concorrenti? Anche il Genoa è una grande squadra. Possiamo giocarcela con tutti. Noi vogliamo continuare a lavorare e a seguire il mister come stiamo facendo. La Nazionale? Ho perso 6-7 mesi, ma ho 4 mesi per giocarmi le mie carte e vedremo”.

 

Antonio Pellegrino

Comments are closed.