Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca Haiti: ultimi aggiornamenti, 212.000 morti

Haiti: ultimi aggiornamenti, 212.000 morti

Non è passato ancora un mese da quel terribile 12 gennaio, giorno in cui un apocalittico terremoto ha colpito Haiti e, in particolar modo, la sua capitale Port-au-Prince e le zone limitrofe. Da quel giorno il numero dei morti è sempre lievitato. Le prime stime recitavano: forse mille i morti. Ciò che si nascondeva sotto le macerie non era ancora chiaro ai primi soccorritori.
Il primo ministro di Haiti, Jean Max Bellerive, interpellato dalla catena televisiva americana CNN, ha dichiarato che il bilancio odierno si riferirebbe ad un numero di vittime pari a 212.000.

Alla tragedia si aggiungono tragedie. La macchina dei soccorsi è davvero complessa e soprattutto composta da moltissime persone, medici, soccorritori, innumerevoli mezzi di terra ma soprattutto d’aria. Un elicottero, impegnato nelle operazioni umanitarie, è precipitato nella parte occidentale della Repubblica Dominicana. Nell’incidente, avvenuto mentre il mezzo rientrava da un’operazione appena conclusa presso la capitale haitiana, sono morti pilota e copilota; al momento non è ancora stata resa nota la loro nazionalità.

Il 45 % della popolazione dell’isola è composta da bambini e ragazzi. La situazione era già molto grave prima del sisma: 300.000 i bambini che occupavano gli orfanotrofi, di cui 50.000 senza alcun genitore. Ora le cose sono decisamente peggiorate, anche secondo quanto riferito dall’Unicef.

Un gruppo di dieci americani aveva cercato di portare negli USA alcuni bambini orfani, il tutto illegalmente. Ciò ha portato al loro arresto.  
Si tratta di adepti di una chiesa battista basata in Idaho; il loro arresto è avvenuto mentre cercavano di “trafugare” 33 bambini, alcuni dei quali sarebbero risultati poi avere i propri genitori.
Il loro processo avverrà in Haiti; si potrà eventualmente parlare di estradizioni soltanto a condanna inflitta.

Intanto il Presidente della Camera, Gianfranco Fini, in visita al Palazzo di Vetro delle Nazioni Unite, rivolgendosi al segretario generale dell’Onu, Ban Ki-moon ha espresso «il vivo apprezzamento nei confronti dell’Onu per il coordinamento degli aiuti alla popolazione civile di Haiti colpita dalla tragedia. Senza l’Onu avremmo raggiunto un livello di drammatica emergenza».

Valeria Panzeri