Home Spettacolo Noemi con “Per tutta la vita”, in scena a Sanremo

Noemi con “Per tutta la vita”, in scena a Sanremo

Mentre sembrano raffreddarsi ora per ora le polemiche dello “scandalo” Morgan, un’altra protagonista del prossimo Festival di Sanremo, Noemi, prende la parola spostando l’attenzione sulla vera natura del Festival per raccontare il senso del suo brano dal titolo “Per tutta la vita”.

Al di là della bufera sui personaggi che precede tradizionalmente ogni appuntamento festivaliero, quello che conta davvero è la qualità le canzoni presentate e, se un po’ di polemica fa bene a Sanremo, perchè ne scalda i motori alla partenza attirando l’attenzione della gente sui protagonisti di questo grande show, occorre pensare anche alla sostanza vera del Festival: la musica.  

In questi giorni, i giornalisti chiedono alla cantante beniamina di X Factor se la sua canzone sia incentrata sulla classica storia d’amore, in perfetta sintonia con l’anima italica Festival, ma lei, contrariamente a quanto ci si aspetterebbe, risponde: “Un’altra canzone d’amore? Non proprio”. 

Raccontare una canzone attraverso il solo significato delle parole del testo e senza l’ausilio della musica non è semplice, ma la giovane cantante prova a farlo: “E’ un brano che avevamo già in cantiere, non pensato apposta per Sanremo. Mi piace scrivere da me le canzoni, ma se c’è qualcuno che lo sa far meglio, perché non lasciarlo fare ad altri? Il testo non voglio dire che sia universale perché mi sembra esagerato, ma sicuramente può essere visto da più punti di vista. (…) Ha molti elementi tipici della canzone italiana, diciamo che è un omaggio alla nostra musica, anche se poi nell’arrangiamento ci sono hammond, violini e un loop di batteria che ricorda le atmosfere di brani come ‘Teardrop’ dei Massive Attack… insomma, a me piace davvero molto”

Interrogata inevitabilmente sul caso Morgan, ormai quasi certamente archiviato con l’uscita dell’artista dalla manifestazione, dice: “Voglio molto bene a Marco, conoscendolo personalmente trovo sia una persona molto sensibile e mi spiace sia stato strumentalizzato. Penso che i giornalisti qualche volta debbano farsi qualche scrupolo di coscienza. Non dico che non avrebbero dovuto riportare le dichiarazioni di Morgan, ma magari dirlo con dei toni diversi quello sì, sarebbe stato un gesto di classe. Marco ha però la forza di  cascare sempre in piedi, quindi sono sicura che ne uscirà bene. Nella sua maschera c’è la sua essenza”.

L’attesa per l’ascolto delle canzoni in gara cresce. Speriamo che la polemica su tutto ciò che non è Musica, invece si fermi qui.

Paola Ganci