Home Sport Rugby, 6 Nazioni: domani il via, le formazioni di Irlanda-Italia

Rugby, 6 Nazioni: domani il via, le formazioni di Irlanda-Italia

Ancora poco più di 24 ore, e l’edizione 2010 del torneo delle Sei Nazioni – la competizione più antica del mondo del rugby e, almeno da questa parte del globo, la più attesa – vedrà la luce grazie al calcio d’inizio del match inaugurale tra Irlanda e Italia.
Per la nazionale azzurra non avrebbe potuto esserci un debutto più improbo, ma allo stesso tempo più affascinante: nel magico scenario del Croke Park di Dublino, come di consueto gremito in ogni ordine di posti e pronto a trascinare gli idoli di casa, gli uomini a disposizione del nostro commissario tecnico Nick Mallett tenteranno il clamoroso sgambetto ai campioni in carica.

Per contrastare la squadra che la scorsa stagione ha riportato in Irlanda il titolo a distanza di 24 anni dall’ultimo trionfo – datato 1985, quando la competizione era ancora il vecchio Cinque Nazioni – Mallett ha reso noti i nomi dei 15 azzurri che domani scenderanno in campo con una maglia da titolare.
La scelta del ct di origine sudafricana è quella di affidarsi totalmente al nucleo di giocatori collaudato negli ultimi mesi e già visto durante i test match disputati lo scorso novembre: in particolare, è confermata in tutti i suoi elementi la formazione vista il 28 novembre 2009 ad Ascoli Piceno contro le Isole Samoa, formazione che come previsto dovrà fare a meno per l’intero torneo del capitano Sergio Parisse, alle prese con una lunga riabilitazione dopo il grave infortunio al legamento crociato del ginocchio destro.

I “gradi” di capitano passano di conseguenza sulle spalle del 25enne tallonatore Leonardo Ghiraldini, che sull’erba di Dublino sarà come di consueto al centro della collaudatissima prima linea azzurra insieme ai piloni Perugini e Castrogiovanni. A rimpiazzare l’illustre assente Parisse in terza linea ci sarà Alessandro Zanni.
Risolto positivamente anche l’unico possibile dubbio di formazione, quello riguardante il numero 10 Craig Gower: l’oriundo italo-australiano sembra aver recuperato dai recenti problemi fisici e sarà al suo posto nel ruolo di mediano di apertura, con il giovane Tebaldi al suo fianco come mediano di mischia e Luke McLean nuovamente confermato nel ruolo di estremo.

L’appuntamento di domani – calcio d’inizio alle ore 15:30 – sarà decisamente speciale per Mauro Bergamasco: il 30enne padovano festeggerà infatti la sua ottantesima presenza con la maglia della nazionale, salendo al terzo posto nella speciale classifica dei rugbisti con più caps in azzurro.
A lui e a suo fratello Mirco – forse oggi i due principali uomini simbolo del rugby nostrano – il compito di trascinare tutti gli altri azzurri verso una autentica impresa contro i fortissimi irlandesi, come di consueto guidati in campo dal leggendario centro Brian O’Driscoll e dal micidiale calciatore Ronan O’Gara. Per iniziare nel migliore dei modi un torneo che dovrà sancire la ritrovata competitività di una Italia ormai da alcuni anni avara di successi, l’importante non sarà tanto uscire da Croke Park con una (improbabile) vittoria, ma con la convinzione di aver dato tutto e di poter recitare nel Sei Nazioni 2010 un ruolo che non sia quello della vittima sacrificale.

Dettaglio delle formazioni:
Irlanda: Kearney; Bowe, O’Driscoll, D’Arcy, Trimble; O’Gara, O’Leary; Heaslip, Wallace, McLaughlin; O’Connell, Cullen; Hayes, Flannery, Healy. Allenatore: Declan Kidney.

Italia: McLean; Robertson, Canale, Garcia, Mirco Bergamasco; Gower, Tebaldi; Zanni, Mauro Bergamasco, Sole; Geldenhuys, Del Fava; Castrogiovanni, Ghiraldini, Perugini. Allenatore: Nick Mallett.

Daniele Ciprari

Comments are closed.