Calcio, Juventus: a Livorno formazione da inventare ma Felipe Melo c’è

Mancano solo poche ore dal fischio d’ inizio dell’ anticipo serale del sabato di campionato tra Livorno e Juventus. Nella delicata trasferta in terra toscana, il neo tecnico bianconero Alberto Zaccheroni si ritrova a fare i conti con problemi di formazione che, di fatto tra assenze ed infortuni hanno falciato la rosa juventina. Il pareggio casalingo contro la Lazio che ha segnato l’ esordio sulla panchina piemontese di Zac, può essere considerato positivo per alcuni aspetti, ma manchevole in altri se consideriamo l’ esigenza che la Vecchia Signora ha, piantonata a 34 punti in coabitazione con il Palermo ed a quattro lunghezze dal sorprendente Napoli, di ottenere nell’ immediato un successo rigenerante per la sua classifica.

Alla luce di questi presupposti, la trasferta al Picchi di Livorno nell’ anticipo serale della 23esima giornata diventa determinante ed una vittoria potrebbe costituire la svolta all’ altalenante cammino dei bianconeri. I tre punti scacciacrisi nell’ insidiosa trasferta in terra labronica non saranno preda facile con gli amaranto toscani alla ricerca di continuità di gioco e risultati nel tentativo di risollevare le proprie sorti in graduatoria e uscire al più presto dalla zona bollente delle pericolanti a rischio retrocessione.

L’ infermieria bianconera è sempre più affollata e sembra improbabile l’ impiego in campo di Marchisio e Salihamidzic ancora non in perfetta forma; latitano anche Camoranesi e il danese Poulsen alle prese con la frattura al perone e il duo Sissoko-Grygera dovrà scontare un turno di squalifica. Il reparto centrale della formazione guidata da Alberto Zaccheroni è il pacchetto da curare maggiormente e non è cosa da poco l’ impiego del brasiliano Felipe Melo che farà parte della truppa in spedizione a Livorno, nonostante lo spauracchio di domenica sera causato dalla sua prematura uscita dal campo per un affaticamento all’ adduttore della coscia destra recuperabile nel giro di qualche giorno.

Il tecnico di Meldola potrà contare sui disponibili Cannavaro, LeGrottaglie e Chiellini per una difesa che ha già prodotto i suoi risultati in nazionale. Di certo, Del Piero, Amauri e Diego avranno l’ arduo compito di sfilacciare l’ arcigna difesa amaranto che non vorrà ricoprire il ruolo di vittima sacrificale al cospetto di una formazione con il dente avvelenato ed in cerca di riscatto e conferme.

Gionata Cerchiara