Home Sport Calcio, Nigeria: esonerato Amodu, Hiddink per la successione

Calcio, Nigeria: esonerato Amodu, Hiddink per la successione

La Nigeria è una delle nazionali alfiere del calcio africano e dopo la delusione di non essere riuscita a qualificarsi per Germania 2006, sarà presente in Sud Africa. Il pre-test per le squadre del continente nero, prima del Mondiale, è stato la Coppa Africa terminata pochi giorni fa. Le “superaquile” cadono un’altra volta in semifinale e guadagnano per la sesta volta il terzo posto nella competizione che ha visto trionfare l’Egitto. Purtroppo questo risultato non è bastato alla Federazione calcistica nigeriana per riconfermare l’allenatore 51enne Shaibu Amodu. Il tecnico è stato infatti esonerato e adesso si cerca il sostittuto in grado di guidare i biancoverdi ai Mondiali. I nomi per la successione sono tanti e uno di questi è quello di Guus Hiddink, giramondo delle nazionale e poco tempo fa vicinissimo alla Juventus. Anche il Ct dell’Egitto, Hassan Shehata, potrebbe approdare sulla panchina della Nigeria. Non si sa ancora se la Federcalcio egiziana, pur non andando in Sud Africa, lascerà partire il tecnico Campione d’Africa.

L’ex-ct  nigeriano è stato quattro volte alla guida della squadra, di cui l’ultima nel 2002. Eppure Amodu non aveva fatto malissimo nella competizione continentale. Nel girone aveva perso solo con l’Egitto e vinto bene con Benin e Mozambico. Nei quarti di finale si era rischiato di uscire, ma poi i rigori avevano dato ragione alle “superaquile” nei confronti dello Zambia. In semifinale arriva la batosta di misura contro il Ghana, ma la finale terzo posto vede prevalere i biancoverdi per 1-0 sull’Algeria. Anche la qualificazione ai Mondiali è stata qualcosa di inaspettato e rocambolesco. Nell’ultima partita la Tunisia si è suicidata consegnando alla Nigeria il pass per il Sud Africa. Adesso si dovrà guardare avanti in quanto si vuole tornare ai fasti degli anni novanta in cui si arrivò agli ottavi del massimo torneo per nazionale. Le avversarie del girone da superare, per ambire a traguardi superiori, sono Argentina, Grecia e Corea del Sud.

Giuseppe Greco