Home Sport

Calcio, Roma – Ranieri non si accontenta e vuole la rimonta

CONDIVIDI

Da quando è arrivato Ranieri, la Roma è diventata un’altra squadra, ha ripreso forma, entusiasmo, gioco e soprattutto risultati. La risalita fino al secondo posto, l’ottimo cammino in Europa League e la mezza finale di Coppa Italia in tasca sono un ottimo biglietto da visita per la seconda parte di stagione. Ma il tecnico romano non si accontenta e vuole di più:”La Roma ha ancora difetti, ma non ve li dico. Alla squadra dico solo che dobbiamo sempre lottare fino all’ultimo secondo e poi accettare serenamente il verdetto del campo.” Se domani i giallorossi dovessero uscire imbattuti dal Franchi, arriverebbero al risultato record i 19 partite senza sconfitte, ma anche qui l’allenatore capitolino taglia corto:”Vogliamo far bene, i record personali non mi interessano. Se non ci fossero i giornalisti, nemmeno me lo ricorderei.”

Firenze riporta alla memoria tanti ricordi per l’attuale allenatore della Roma, alla guida dei viola per 4 stagioni negli anni ’90. Con i toscani si ricordano la promozione in serie A, una Coppa Italia e una Supercoppa. Adesso Ranieri ha parole di stima per il suo collega Prandelli:”E’ un ottimo tecnico. Lo accostano alla nazionale? Glielo auguro di cuore.”

La concentrazione e la voglia di risultati sono stati trasmessi appieno anche ai giocatori romanisti, come dimostrano le parole di Nicolas Burdisso:”Possiamo ancora rimontare sull’Inter e giocarcela fino alla fine. Dobbiamo ragionare partita per partita. Inoltre vogliamo andare avanti anche negli altri fronti. Mi trovo bene qui.” Il difensore argentino ha avuto parole di stima per Totti e De Rossi che considera l’anima della squadra.

Proprio Francesco Totti sarà il terminale offensivo contro la Fiorentina con Vucinic a supporto. Una specie di ruolo “alla Del Vecchio” quello affidato al montenegrino. Agendo sulle linee esterne, si darebbero più soluzioni offensive specialmente quando tornerà Toni, il cui rientro avverrà a fine mese.

Giuseppe Greco