Home Cultura Cinema- Va in scena “il concerto”

Cinema- Va in scena “il concerto”

Mai la musica classica è stata una protagonista così commovente e coinvolgente come ne “Il concerto”, film di Radu Mihaileanu uscito nelle sale italiane venerdì 5 febbraio.

Il regista porta sul grande schermo la storia dell’osannato direttore dell’orchestra  Bolshoi di Mosca Andreï Filipov (Aleksei Guskov), sollevato dal suo incarico ed umiliato pubblicamente, all’epoca del totalitarismo Brežnev, per essersi rifiutato di sostituire i suoi musicisti ebrei, tra cui il suo migliore amico Sacha (Dmitri Nazarov). Trent’anni dopo quel mortificante episodio, Filipov lavora ancora in teatro, ma come custode e uomo delle pulizie e aiuta la moglie a movimentare manifestazioni d’orgoglio ex-comunista. Un giorno intercetta un invito per il teatro Chatelet di Parigi e decide di riscattarsi dalle umiliazioni con l’inganno, accettando l’ingaggio al posto dell’orchestra ufficiale. Riunisce così i vecchi compagni di concerto e qualche new entry, come la violinista Anne – Marie Jacquet (Mélanie Laurent) . L’operazione di raduno e preparazione dei suoi vecchi colleghi è a dir poco esilarante, con un susseguirsi di scene vivaci. A fare da contrappunto alla leggerezza della preparazione al concerto c’è , però, la struggente malinconia del Maestro che, in questa folle impresa, riversa le speranze disilluse di un’intera esistenza, non solo musicale ma anche, e soprattutto, intima e personale.

Le riprese del concerto (l’orchestra reale è quella di Budapest) sono state le più faticose e complesse di tutta la lavorazione, durata in totale sei mesi. L’aspetto più arduo si è rivelato quello della preparazione degli attori, perchè prima riuscissero a fingere di suonare e poi arrivassero a dimenticare la tecnica musicale appresa, per sembrare trascinati solo dalla musica.

Dopo essere stata scoperta dal grande pubblico in “Bastardi senza gloria” di Tarantino, torna alla ribalta la bella Mélanie Laurent, che nel film interpreta la violinista Anne – Marie Jacquet e che sorprende ancora una volta i suoi (non pochi) fan non solo per il suo talento, ma perchè nel film suona e canta veramente.

Emanuele Zambon