Home Spettacolo

Il sabato di Amici (6): una sfida all’ultimo sangue

CONDIVIDI

 

I ragazzi ricominciano a pensare seriamente alla sfida di domani sera. Con le prove assegnate dalla commissione e la doppia sfida a loro tocca preparare una doppia prova staffetta e scegliere chi affrontare diventa sempre più difficile.

Quello che è successo non è privo di strascichi. La coppia della squadra Bianca battibecca al ritorno nella casetta. A Grazia che rimprovera il fidanzato di farla passare per un l’iceberg, il ragazzo risponde arrabbiato: “Sei tu che mi fai passare per il cagnolino. Hai dimostrato ancora una volta la tua bella personalità mentre io non ce l’ho”.

I due, spiegano al resto della squadra quello che è successo e subito si riacutizza il malessere di Emma che si sente la vittima predestinata all’uscita: “Se esco così secondo me qualcuno dovrà avere più di un rimorso”.

Anche tra i Blu c’è ancora tempo per commentare. Enrico da solo con Matteo riconosce i suoi errori. Il cantante si rende conto del comportamento fuori dalle righe tenuto nelle ultime ore: “Io ho fatto una figuraccia. Mi vergogno ad andare in studio con questa vergogna. Lo sapevo che col mio carattere avrei fatto danni in un programma del genere. Non ho più la testa di prepararmi con calma”. Il tenore gli consiglia di scindere il discorso Amici da Elena e di resistere fino alla fine concentrato, c’è una sfida a cui pensare.

Le squadre devono decidere come schierarsi nella doppia prova staffeta. Emma vuole evitare il confronto con Loredana, mentre Pierdavide preferisce non sfidare Enrico.

È Stefano il più agguerrito. Il ballerino dice che sceglierà chi sfidare in base a come andrà la prova contro di tango contro Rodrigo. Se sarà un confronto pulito non lo sfiderà, ma se verrà messa in discussione la sua bravura per far emergere il ballerino cubano farà di tutto per metterlo in difficoltà.

I Blu ascoltano i discorsi dei Bianchi e affermano di essere pronti anche loro a fare  il gioco sporco. Loredana ha capito che Emma non vuole sfidarla, ma se lei ne avrà l’opportunità la chiamerà in causa su Back to black.

Matteo nota che gli avversari hanno abbandonato le logiche di fairplay e ricordando che le manches di staffetta saranno due dichiara che deciderà sul momento chi sfidare in base al comportamento più o meno corretto dell’altra squadra.