Home Sport Calcio, serie A-Livorno-Juventus 1-1: la crisi bianconera continua

Calcio, serie A-Livorno-Juventus 1-1: la crisi bianconera continua

La crisi della Juventus è davvero senza fine. A un bel nulla è valso il cambio di allenatore. Chi – pochissimi – si aspettava che con Zac qualcosa potesse cambiare è rimasto deluso. L’involuzione della squadra bianconera prosegue inarrestabile. A Livorno finisce 1-1.

Padroni di casa subito pericolosi al minuto 7 con Pulzetti, il cui tiro finisce di poco a lato. La partita non è bella da vedere, ma è molto combattuta. Candreva e Melo sono tra i più aggressivi e di fatti il centrocampista brasiliano si becca un’ammonizione.

Minuto 27: arriva il goal del Livorno. Cross dalla sinistra di Vitale e Filippini di testa batte Buffon: vantaggio meritato per i padroni di casa. La Juventus prova a scuotersi con Del Piero, mentre il Livorno cerca il raddoppio specie con Bellucci.

Il pari bianconero arriva a tre minuti dal riposo. Cross di Diego e colpo di testa di Legrottaglie: 1-1.

Nel secondo tempo a prevalere è la noia e il nervosimo. Ad andare più vicino al goal è comunque il Livorno, ma Filippini sciupa il 2-1 da pochi passi. La Juventus prova a fare la partita, ma il suo possesso palla è sterile. La squadra è senza idee, non ha ordine. Le iniziative dei singoli – si tratti di Diego, Amauri o Del Piero – non hanno efficacia. I padroni di casa difendono bene e dimostrano di accontentarsi del pari. A una decina di minuti dalla fine Felipe Melo conclude la sua sconcertante partita nel peggiore dei modi: con una espulsione.

Il Livorno torna a credere nella vittoria, ma i suoi attacchi sono troppo confusi e sterili per potere produrre effetto. Finisce nell’unico modo in cui poteva terminare. Sembrava una sfida tra squadre in lotta per non retrocedere. Invece erano di fronte il piccolo Livorno e l’ormai piccola Juventus. Che, domani, rischia di trovarsi a metà classifica. Chi pensava che il problema dei bianconeri fosse solo Ciro Ferrara è servito.

Comments are closed.