Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo Otto uomini salvati dal crollo di un tunnel in Cina

Otto uomini salvati dal crollo di un tunnel in Cina

All'uscita del tunnel crollato (foto Xinhua-Liu Xu)

Gli incidenti nei cantieri e nelle miniere purtroppo non sono insoliti in Cina. Oggi, però, arriva la buona notizia del salvataggio degli uomini che ieri erano rimasti bloccati dal crollo improvviso di un tunnel mentre stavano lavorando alla seconda linea ferroviaria del tratto Liupanshui-Zhanyi.

Le autorità locali avevano comunicato che nella prima mattinata di venerdì, verso l’una e mezza, otto uomini erano stati intrappolati mentre erano impegnati nel cantiere per ampliare la rete ferroviaria tra Guiyang e Kunming, nella provincia del Guizhou.

Nel pomeriggio alcuni soccorritori avevano sentito alcuni colpi dietro il tunnel crollato. Questo segnale aveva incoraggiato gli uomini impegnati nel soccorso che oggi, alle sette di sera per l’ora locale, hanno liberato i lavoratori, ai quali sono state prestate le prime cure mediche sul posto. Anche se le ambulanze li hanno portati in ospedale per ulteriori accertamenti, le vittime dell’incidente sembrano in condizioni relativamente buone, tanto da potere camminare con l’aiuto di coloro che li hanno estratti dalle macerie.

Il potenziamento della ferrovia che unisce Guiyang, capitale del Guizhou, a Kunming, centro vitale dello Yunnan, rientra nella politica di ampliamento delle infrastrutture del governo di Pechino. Come riporta il sito del Ministero dei trasporti e delle telecomunicazioni della Repubblica Popolare Cinese, le ferrovie hanno registrato un grande sviluppo quantitativo e qualitativo, soprattutto dal 1990, con la costruzione di nuove linee e l’aumento della velocità dei convogli.

Nonostante i risultati ottenuti in questo settore, in Cina resta grave il problema delle condizioni lavorative, di cui questo incidente a lieto fine è un esempio. Neanche il governo ha negato l’evidenza del problema tanto che nel 2009 aveva proclamato l’“anno della produzione sicura” per diffondere informazioni utili e raccogliere dati su questo tema. Nel 2008, inoltre, era entrata in vigore la nuova legge sui contratti di lavoro, con l’obiettivo dichiarato di precisare le responsabilità dei datori di lavoro e migliorare le condizioni di sicurezza.

Come in altri Paesi, però, resta difficile applicare le buone intenzioni scritte sulla carta. Nel caso cinese, ciò è reso più complesso per la mancata separazione dei poteri che comporta l’assenza di un sistema di controlli incrociati.

L. Denaro