Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Politica Puglia: Casini, contro Vendola ticket con il PdL

Puglia: Casini, contro Vendola ticket con il PdL

“Dico al Pdl che noi riteniamo che l’accordo si possa fare accettando l’idea di un ticket con la presidenza di Adriana Poli Bortone e Palese vice; ci auguriamo che il Pdl prenda in considerazione l’idea”.
Pierferdinando Casini, in occasione di un’iniziativa elettorale a Bari, è tornato ad affrontare il tema delle alleanze interne al centrodestra in vista delle elezioni regionali del prossimo 28 e 29 marzo.

Già nelle settimane scorse Adriana Poli Bortone, attualmente candidata di Udc, Movimento Io Sud e Mpa, aveva più volte ribadito che avrebbe ritirato la proprio candidatura solo se il Popolo delle Libertà avesse deciso di schierare al posto di Palese il ministro Raffaele Fitto, che già nel 2005 aveva perso, per poche migliaia di voti, la sfida contro Nichi Vendola.

Berlusconi, nei prossimi giorni, dovrà obbligatoriamente prendere in considerazione le aperture di Casini, dato che tutti i sondaggi evidenziano come una corsa a tre, con l’elettorato di centrodestra diviso fra due candidati, favorirebbe la vittoria del governatore uscente, e, anche a livello nazionale, una sconfitta in Puglia rappresenterebbe un grave problema per la stabilità della maggioranza.

Ieri, intanto, è uscito il nuovo sondaggio commissionato da “Il Clandestino” a “Crespi Ricerche”, realizzato negli ultimi giorni di gennaio con 800 interviste condotte con metodologia C.A.T.I.
Nichi Vendola è dato al 42%, con Rocco Palese al 39% e il “terzo incomodo” Poli Bortone forte di un consistente 19%. Il Popolo delle Libertà rimane il primo partito con il 39,5%, mentre il Partito Democratico si ferma al 20,5%.
Gli altri partiti tutti sotto la soglia del 10%: Udc (9,5), Idv (8,5), Sle (6,5), Io Sud (6), FdS (3,5).

Casini, nel corso della mattinata, ha affrontato anche le problematiche legate al Veneto, dove da tempo Bersani cerca di chiudere un accordo con i centristi, scatenando, tra l’altro, le ire dell’Italia dei Valori e della Federazione della Sinistra.
“Siamo fieri— ha detto Casini, smentendo qualsiasi possibilità di accordo — di sostenere (alle comunali di Venezia, ndr) l’avvocato Giorgio Orsoni, cattolico, consigliere della Curia. […] Diverso il discorso per le Regionali: il candidato Udc corre da solo. Così abbiamo deciso e non c’è alcuna possibilità che si ritiri”.

Mattia Nesti

Comments are closed.