Home Cultura

Un’apocalisse in arrivo a Washington

CONDIVIDI

Su internet si parla già di ‘tempesta perfetta’, ‘snowmageddon’ e ‘snowpocalypse’, ma le autorità americane utilizzano i meno coloriti “fuori del comune” e “particolarmente pericolosa” per definire la tempesta di neve che si sta abbattendo in queste ore sulla costa est degli Stati Uniti. E il servizio meteorologico nazionale chiede agli automobilisti di non mettersi in strada per le prossime 24 ore. Dalla Virginia al South Carolina è allerta neve.

A Washington, secondo le previsioni, potrebbe abbattersi la più violenta tempesta degli ultimi 90 anni. Sono già caduti 25 cm di neve. I supermercati sono stati presi d’assalto in previsione di una paralisi dei trasporti e, soprattutto, del Super Bowl, la finale del campionato di football che si gioca domenica. Per tutta la giornata di oggi non circoleranno gli autobus e i treni della metropolitana funzioneranno solo sotto terra.

Cancellata la maggior parte dei voli nei tre principali aeroporti della zona di Washington-Baltimora e nello scalo internazionale di Filadelfia. Annullati anche numerosi treni tra la capitale americana e New York. Molte le case rimaste al buio a Washington per guasti ai cavi dell’elettricità e ieri numerose scuole ed uffici pubblici, inclusi quelli del governo, sono stati costretti a chiudere quattro ore prima del previsto.

La natura ultimamente sta veramente facendo danni pesanti e sempre meno arginabili. Molti li attribuiscono, insieme al surriscaldamento del pianeta, al cambio vibrazionale che avverrà nel 2012 sempre secondo le correnti new age. Nuova Era o no  c’è davvero da avere paura, poichè quando gli elementi decidono di scatenarsi all’uomo rimane solo la preghiera e l’invocazione dell’intervento divino. In antichità il vento, il fuoco, l’acqua e la terra erano le divinità da adorare per il loro strapotere sulla vita dell’uomo, ma nonostante la nostra tecnologia abbia fatto passi da gigante la natura domina ancora incontrasta, e pare volerlo ricordare a tutta l’umanità.

P.B.

Comments are closed.