Home Cultura Carnevale di Venezia, Cacciari dice no ai carretti musicali

Carnevale di Venezia, Cacciari dice no ai carretti musicali

Il carnevale di Venezia, quest’anno, sarà un carnevale silenzioso. Il sindaco Massimo Cacciari ha infatti firmato un’ordinanza che vieta nel centro storico di Venezia e delle isole dell’estuario lagunare, compresi i relativi canali interni di trasportare e/o condurre su carretti o imbarcazioni, impianti di amplificazione, anche spenti, alimentati e/o alimentabili con batterie o generatori e simili, atti a riprodurre e/o mixare musica o collegati a impianti radio”.

Un provvedimento che si è reso necessario in seguito alle proteste, negli scorsi anni, delle persone abitanti il centro cittadino e che vedevano sfumare la propria quiete e il proprio riposo a causa di “improvvise esibizioni musicali e intrattenimenti danzanti non autorizzati in luoghi e in orari non idonei” – ha spiegato il sindaco.

La kermesse carnevalesca è partita ieri in Piazza San Marco con lo spettacolo Arlecchino servitore di due padroni; oggi invece sarà la volta di uno splendido angelo danzante, Bianca Brandolini D’Adda, che proprio come avveniva nel Settecento, sorvolerà sulla folla dal Campanile di Piazza San Marco e atterrerà poi nel Giardino, dove si svolgono tutti gli eventi della manifestazione. Una novità di questa edizione sarà proprio l’allegra parodia El svolo de la pantegana.

Presso gli stand dell’Associazione Esercenti Pubblici Esercizi, sarà possibile oggi per il pubblico degustare le specialità enogastronomiche veneziane che allieteranno il clima di festa.

Sempre oggi, da non perdere alle 14,30  la sfilata delle maschere per le strade della Cipressina e alla Gazzera, dove alle 15,30 si svolgerà la 28° edizione dello Zuccone d’oro, spettacolo di canzoni e balletti dei bambini delle elementari. Dalle 15 alle 17 a Favaro Veneto giocolieri, comici, burattini, mimi e saltimbanchi si esibiranno per la gioia di grandi e piccini.

Claudia Fiume