Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Il governatore ligure potrebbe far mancare il proprio via libera per la Gronda

CONDIVIDI
Claudio Burlando

La Gronda è l’opera infrastrutturale che dovrebbe cambiare radicalmente l’assetto stradale e autostradale ligure ed in particolar modo della zona del genovese. Il protocollo di intesa per la sua progettazione e realizzazione dovrebbe essere sottoscritto dalle varie parti coinvolte domani, lunedì 8 febbraio.

Nelle ultime ore però si sta profilando un clamoroso colpo di scena. Il governatore della regione Liguria, Claudio Burlando, ha manifestato l’intenzione di far mancare la propria firma. Come spiega lo stesso politico genovese il motivo del contendere sarebbe il tunnel della Val Fontanabuona che non sarebbe stato inserito nel protocollo di intesa: “Sarebbe bene in questi giorni lavorare per risolvere il problema, tenendo conto dell’ordine del giorno votato dal consiglio regionale il 17 dicembre in cui maggioranza e opposizione si sono trovate d’accordo nel ribadire l’importanza del tunnel e la sua necessità e quindi un presidente della Giunta non può venir meno all’orientamento unanime dell’assemblea regionale”.

L’ex ministro del governo Prodi tira poi una stoccata al ministro Altero Matteoli: “Del tunnel se ne parla da due anni, un mese fa ho chiesto un incontro al ministro Matteoli a nome della Provincia, della Regione e dei Comuni, ma non ho avuto nessuna risposta e questo mi pare un atteggiamento molto grave. Ho cercato di fare il possibile per non arrivare a questo punto e senza fare polemica, tenendo conto anche che sul tracciato del tunnel, in grado di collegare Rapallo con la Fontanabuona in 6 minuti e non in 50 come oggi, è già stata raggiunta una completa intesa istituzionale tra i 12 comuni della valle e il Comune di Rapallo con la Regione Liguria, la Provincia di Genova e la comunità montana”.

La reazione di Matteoli è stata dura e coincisa. L’esponente di governo fa sapere che lui firmerà il protocollo e che se Burlando deciderà di non farlo se ne assumerà la responsabilità. Nel frattempo si lavora per arrivare entro la serata ad un accordo fra le parti affinché lunedì possano partire i lavori per l’infrastruttura ligure.

Valeria Panzeri