A breve una “De Filippi Records” per produrre i cantanti di Amici? La Maria nazionale smentisce

Se in principio Amici era più il territorio del “sogno” adolescenziale, oggi più che mai si è trasformato in un mercato dei talenti, dove l’armata dei discografici togati entra nel cast fisso e osserva con attenzione i virgulti in erba, garantendo già di reclutare i migliori per trasformarli nei prossimi, remunerativi, fenomeni musicali per teenagers.

Da Marco Carta in avanti abbiamo assistito al miracolo: l’osmosi reale tra il talent show, prima per la verità un po’ fine a se stesso, e il mercato discografico vero. Amici infatti, oggi non fa solo ascolti televisivi, ma è diventato un vero Brand, cioè un modo di fare tv, spettacolo, editoria per ragazzi, musica e danza.

Sono usciti infatti libri, musical, canzoni, tutti firmati e interpretati dai ragazzi della scuderia di Amici. Mancherebbe forse solo il Cinema per completare l’utilizzo a 360° del celebre marchio lanciato sapientemente da Maria. Con il tempo, forse arriverà anche quello. Per adesso il settore di punta sembra comunque essere quello della musica.

Per questo motivo, visti i clamorosi successi discografici, nelle ultime ore ci si è chiesti se la Maria nazionale, forte delle esperienze positive a Sanremo e in generale dei successi nel mercato musicale, citiamo solo Marco Carta e Alessandra Amoroso, avesse programmato la prossima mossa vincente mettendo in cantiere una propria etichetta musicale, per incanalare i talenti e partecipare anche alla fase della produzione.

Fondare una De Filippi Records quindi, per chiudere il cerchio e raccogliere direttamente i risultati, investendo nei giovani talenti scoperti dal programma. Maria però smentisce le voci dicendo chiaramente: “Non aprirò un’etichetta”  e spiegando meglio i termini del suo coinvolgimento: “Non voglio fare la discografica nella vita. Però ho passato le vacanze di Natale a selezionare le canzoni proposte ai ragazzi per la compilation. Non voglio quella responsabilità, ma mi diverto, lo faccio con il gusto di uno che ascolta musica”.

Vedremo se sarà solo una questione di tempo, o se davvero Maria vuole lasciare fuori il business dalla sua passione di talent scout  musicale.

Paola Ganci