Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Ultime notizie di Economia

Bassanini e il federalismo fiscale: ai Comuni le risorse relative agli immobili

CONDIVIDI

Sul federalismo fiscale Franco Bassanini, presidente della Cassa depositi e prestiti, la pensa esattamente allo stesso modo del sindaco di Torino e presidente dell’Anci Sergio Chiamparino, che si è espresso oggi in favore di una maggiore autonomia dei Comuni italiani nel ricevere direttamente i proventi delle tassazoni relative agli immobili.

Assegnare, infatti, ai Comuni l’intero gettito relativo alla la tassazione sugli immobili potrebbe essere, a detta di Bassanini, “una misura utile per il riequilibrio delle risorse tra Stato ed enti locali. Commentando infatti la  legge delega con cui è stato istituito il federalismo fiscale, Bassanini sostiene che il provvedimento costituisce “un passaggio decisivo per il Paese”.

E proprio questo sembra essere il fattore che impensierisce il presidente della Cassa depositi e prestiti: “Ciò che mi preoccupa è che non si sia ancora diffusa l’idea che siamo di fronte ad una riforma fondamentale, per far progredire il nostro paese. Mi piacerebbe vedere i ministri che dicono alle burocrazie: vi misuriamo sul vostro grado di impegno a mettere in opera la riforma”.

E non risparmia di entrare in polemica, Bassolino, con l’operato del ministro dell’Amministrazione pubblica e dell’Innovazione Renato Brunetta: “Quando penso che il ministro della Funziona Pubblica, che dovrebbe essere completamente concentrato sul progetto, invece si sta candidando a sindaco di una città (la città di Venezia, n.d.r.), mi viene da osservare che la partita decisiva non l’ha giocata, fino ad ora. La partita decisiva si gioca adesso”.

Parlando i Europa, “tutti i Paesi hanno varato investimenti – osserva ancora – in ricerca, infrastrutture, energia e ambiente come elementi fondamentali della “exit strategy”, e anche l’Italia quindi deve orientarsi verso grandi progetti di investimento, che però devono avere una redditività”. In caso non lo facesse adeguatamente, sostiene Bassanini, l’Italia non sarebbe competitiva sul fronte dell’attuale realtà europea.

E toccando il tema relativo al funzionamento della macchina burocratica, Bassanini sembra esprimere idee in realtà non tanto lontane dal criticato Brunetta in merito di risparmio di risorse ed ottimizzazione degli investimenti: “Occorre definire nella Pubblica amministrazione livelli standard di prestazioni, di costi e una ripartizione delle risorse in base a parametri definiti”.

In sintesi, ecco spiegata, secondo la posizione del presidente della Cassa depositi già avanzata dal presidente dell’Anci e sindaco di Torino Chiamparino, la questione relativa alla devoluzione dei proventi della tassazione degli immobili ai Comuni: “In questi anni Regioni, Province e Comuni sono stati gravati di nuovi compiti e funzioni a cui non è corrisposto un relativo trasferimento in denaro. Attribuire ai Comuni tutta la tassazione sugli immobili potrebbe essere una misura utile per il riequilibrio delle risorse tra Stato ed enti locali che il federalismo dovrebbe imporci”.

Sandra Korshenrich