Home Sport

Calcio, Mourinho e l’infinita diatriba con Allegri

CONDIVIDI

Ieri il Cagliari veniva sconfitto con un tondo 3-0 dall’Inter dello Special One. Mourinho si prendeva così una piccola rivincita sul Mister che gli ha rubato la panchina d’oro. Allegri infatti è stato considerato il miglior allenatore del 2009 mentre Mou è al secondo posto di questa particolare graduatoria. Il tecnico del Cagliari dopo aver ricevuto l’incoronazione aveva definito il collega portoghese un tipo “noioso” che pensa solo a fare show.

Ovviamente il tecnico nerazzurro non si lascia sfuggire l’occasione per riaccendere le polemiche: “A fine gara io vado a casa con la mia squadra, il Cagliari è partito senza il suo tecnico, impegnato in televisione . La Panchina d’oro? Chissenefrega. Anche Allegri avrebbe barattato il suo premio con i tre punti…“. La questione non si chiude qui  e Mou mette ancora legna al fuoco.  “C’è bisogno che elenchi tutti i miei titoli? Per me conta solo l’Istituto di statistica, che mi ha eletto due volte miglior allenatore del mondo e una volta secondo. E sono convinto che Allegri avrebbe volentieri barattato la Panchina d’oro con i tre punti“. Bisogna stare attenti a nominare invano il nome dello Special One… Non è finita ancora qui…  L’allenatore interista ricorda, per chi lo avesse dimenticato, quanto aveva detto allegri in settimana : “Lui ha parlato di me come di un comunicatore ma è sempre lui, e non il sottoscritto, quello che andrà in diretta tv. Ed è sempre lui quello che lascia i suoi giocatori tornare da soli a Cagliari. Da quando sono in Italia non l’ho mai fatto“. E infine la frecciatina finale:  “Quando non sarò più qui il presidente Moratti andrà da Chiambretti, che è un grande comunicatore, per affidargli l’Inter…“.

Mourinho continua a litigare un pò con tutti chissà se il problema sta in lui o negli altri che sono profondamente invidiosi del suo infinito talento? Chissà…

Filomena Procopio