Home Cultura Charlotte Gainsbourg: esce con ‘Irm’ il suo nuovo album!

Charlotte Gainsbourg: esce con ‘Irm’ il suo nuovo album!

Dopo il successo ottenuto al Festival di Cannes, vittoria del “Prix d’interprétation féminine” ovvero miglior attrice del festival, grazie al controverso film ‘Antichrist di Lars Von Trier’, Charlotte Gainsbourg torna alla musica con il suo terzo album ‘Irm’, scritto con la collaborazione del musicista statunitense Beck. L’album, infatti, passa dalle sonorità blues, al pop o al rock. «Non volevo che Beck scrivesse da solo delle canzoni e poi mi desse i testi e le melodie da cantare. – ha dichiarato la Gainsbourg – . Volevo essere coinvolta nel processo creativo. E così finì per scrivere tutto da zero in mia presenza. Procedeva a seconda di come reagivo e di quanto avevo da dire».

Il pedigree musicale di Charlotte Gainsbourg non è un segreto: figlia del chansonnier Serge Gainsbourg e della sofisticata e trasgressiva Jane Birkin, Charlotte nell’arco della sua carriera ha prediletto (quasi sempre) il sound francofono. Il suo album d’esordio ‘5:55’ è ricco di splendide collaborazioni con i suoi connazionali. La svolta arriva Con ‘Irm’ prodotto in collaborazione con Beck, genio dell’alt-folk. Colosso della musica contemporanea, Beck fa sentire la sua influenza, realizzando insieme a Charlotte un album più spigoloso e graffiante del precedente, quasi metallico.
Irm
infatti , è l’acronimo che indica la tomografia a la risonanza magnetica a cui l’attrice francese dovette sottoporsi svariate volte in seguito a gravissimo incidente di sci nautico. Nel brano che da il titolo all’album viene riprodotto il suono ossessivo dei macchinari e la stessa non può che essere ipnotica e dal fascino oscuro. Irm è freddo e distaccato, ma non per questo senza anima.

Dalla sognante ‘Master’s Hands’ alla semi-punk ‘Heaven Can Wait’, forse più lieve della precedente ma comunque con il ritmo dettato da una batteria tutt’altro che allegra e accompagnato da un videoclip geniale e surreale firmato dall’acclamato regista Keith Schofield. La Gainsbourg nel video appare totalmente a suo agio accanto a creature surreali (dinosauri dentro a vasche, ad esempio) e sembra di rivederla nella pellicola ‘L’arte del sogno’ di Michel Gondry, altro regista cult.
Non mancano archi, arpeggi di chitarra e le percussioni africane amate già dal padre Serge, la canzone d’autore francese e la drum machine usata perfettamente. A quasi quattro anni da 5:55 con Irm, uscito in Italia venerdì 29 gennaio,l’attrice/cantante ha dichiarato parlando con sua madre che forse prima o poi prenderà anche il coraggio di esibirsi dal vivo. E ai suoi fans non resta che aspettare e sperare che Charlotte mantenga la promessa .

Eleonora Teti