Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca E’ morto Antonio Giolitti, uno dei padri della Costituzione

E’ morto Antonio Giolitti, uno dei padri della Costituzione

Antonio Giolitti, in una foto risalente agli anni del suo impegno con il PSI

Come comunicato direttamente dalla famiglia all’Ansa, è morto stanotte a Roma Antonio Giolitti. 95 anni da compiere venerdì prossimo, è stato tra i fautori del testo costituzionale del 1948, ed in seguito senatore. Il suo conogme riporta la memoria al celebre statista Giovanni Giolitti: Antonio era suo nipote.

Antonio Giolitti militò tra i comunisti fino al 1956, anno in cui aderì alla protesta del “Manifesto dei 101” in seguito all’invasione dell’Ungheria da parte dell’esercito sovietico.
Passato tra i socialisti, ha ricoperto importanti ruoli istituzionali: sottosegretario agli Esteri e ministro del Bilancio poi nei governi Rumor, Moro e Colombo. Nel 1985, in seguito ai contrasti con Bettino Craxi, tornò nel PCI: senatore dal 1987 al 1992, anno in cui abbandonò la carriera politica.

Profonda la partecipazione al lutto da parte del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano: “Partecipo con profonda commozione al dolore dei famigliari e al più vasto cordoglio per la scomparsa di Antonio Giolitti. Deputato all’Assemblea Costituente, parlamentare per numerose legislature, ministro della Repubblica, membro italiano della Commissione Europea per due mandati, Antonio Giolitti ha lasciato l’impronta di una personalità di eccezionale levatura culturale e morale nella vita politica e nell’attività di governo. La sua finezza intellettuale, la sua coerenza e la sua dirittura, sempre accompagnate da rara sobrietà e discrezione, sono state per me personalmente fonte di ispirazione e hanno nutrito una sempre più schietta amicizia tra noi. Le istituzioni della Repubblica rendono ad Antonio Giolitti rispettoso e riconoscente omaggio”.

Anche il Presidente del Senato Antonio Schifani ha voluto esprimere il suo pensiero: “Desidero esprimere il più profondo cordoglio per la scomparsa di Antonio Giolitti, protagonista di molti decenni di storia italiana. Dalla militanza antifascista alla Liberazione, dalla partecipazione alla Costituente ai numerosi incarichi di governo, nazionale e sovranazionale, e alla lunga attività parlamentare, conclusasi nel 1992 con la X Legislatura in Senato, Giolitti ha rappresentato per il Paese un esempio altissimo di valore umano e civile. Vi giungano, anche a nome dei colleghi senatori, i sentimenti di sincera e commossa partecipazione”.

Valeria Panzeri

Comments are closed.