Home Spettacolo Film in televisione: “Twilight” arriva sul piccolo schermo

Film in televisione: “Twilight” arriva sul piccolo schermo

Finalmente in televisione il primo film tratto dalla saga di romanzi di Stephenie Meyer! Dopo l’uscita al cinema, un paio di mesi fa, della seconda pellicola delle serie, “New Moon“, anche “Twilight” riscopre una bella fetta di successo. Il lungometraggio, del 2008, andrà in onda oggi, alle ore 17:00, sul canale satellitare SkyCinema 1. Il film, diretto da Catherine Hardwicke, è interpretato dagli ormai celebri Kristen Stewart, Robert Pattinson e Taylor Lautner.

Bella (Kristen Stewart), si è appena trasferita a Forks dall’Arizona. Nonostante si sia fatta presto dei nuovi amici, sembra attratta da un gruppo di ragazzi misteriosi e solitari: i fratelli Cullen. Soprattutto è interessata al più giovane del clan, il tenebroso Edward (Robert Pattinson). Quando il ragazzo la salva, troppo eroicamente, da un incidente sicuro, Bella inizia a sospettare che la famiglia Cullen nasconda un segreto. E proprio mentre la piovosa cittadina è funestata da una serie di delitti, Bella stringe amicizia con Jacob (Taylor Lautner), uno degli indiani residenti nella riserva che le svela uno strano segreto…

Pur calato in un ambiente boschivo e a tratti gotico, pur bagnato di pioggia e popolato da creature spaventose per definizione, il film manca di qualsiasi tratto orrorifico. E’ una storia di ragazzi e per i ragazzi. E narra di un amore ai confini del reale, ai confini del possibile e di tutto quanto possa essere credibile. Ed è proprio questo a rendere la pellicola romantica: i protagonisti si amano al di sopra di tutto sfidando la famiglia, gli amici, i nemici e, addirittura, le loro stesse, incompatibili, nature. Si amano, dunque, nonostante tutto questo. Ciò li rende due novelli “Romeo e Giulietta” ma più attraenti degli originali perchè, in un caso o nell’altro, non potranno essere uniti neanche dalla morte.

Attori giovani e abbastanza bravi. Ambientazioni più che particolari e costumi moderni e un pò gotici. Sceneggiatura povera ma scorrevole.

Valentina Carapella