Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca Roma: ritrovato scheletro con ossa di 5 persone

Roma: ritrovato scheletro con ossa di 5 persone

E’ di pochi minuti fa la notizia del ritrovamento di uno scheletro con le ossa di 5 persone diverse, tre donne e due uomini. Tutto è successo nel quartiere Magliana, a Roma, nel pomeriggio.

Accanto allo scheletro, un documento ed un mazzo di chiavi appartenenti ad un uomo, Libero Ricci, scomparso 7 anni fa. Nessuna delle ossa, però, sembra essere appartenuta a Ricci. Di questo mistero della scomparsa del signor Libero si era occupata a suo tempo la trasmissione “Chi l’ha visto” su Rai 3, ma nessuna luce era stata fatta in merito. Questa sera però, la stessa trasmissione ripercorrerà tutta la vicenda, provando a dare una risposta al quesito: c’è un collezionista di ossa in giro? E’ un folle oppure un assassino? E soprattutto, ha ucciso lui le 5 persone?

Interrogativi che risuonano ancora nella Procura e nella squadra mobile di Roma, che hanno ricominciato a cementare una pista e delle ipotesi investigative riguardo l’accaduto. Tutto però è ancora ovviamente avvolto nel mistero, molto difficile è infatti identificare le singole persone, ragion per cui si aspettano i risultati degli esami del dna, che saranno effettuati dalla scientifica in questi giorni. Dopotutto, questi resti potrebbero svelare la storia di uomini e donne che qualcuno, da qualche parte, sta ancora cercando.

Non è nuovo alla realtà romana un ritrovamento “macabro” di questo genere, basti pensare che lo scorso aprile sono stati scoperti da alcuni operai in un ascensore, un teschio e delle ossa, in un cantiere di un edificio in ristrutturazione in via Tripoli. In quel caso le ossa erano state sequestrate e messe a disposizione dell’Istituto di Medicina legale di Roma per le analisi del caso. Oggi però, la situazione si presenta molto più complicata per l’articolazione “artificiale” della vicenda: chi ha messo insieme le ossa? Si tratta di uno psicopatico?

Il quartiere romano si fa ancora delle domande alle quali non sa rispondere, vacillando in un contesto di forte timore e  sperando di poter contare sulla repentina risoluzione del caso da parte delle autorità competenti.

Sara Pastore