Smog: i più colpiti sono i bambini

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:19

I microparticolati provocano danni ai bronchi ed ai polmoni dei più piccoli.

«Oggi lo smog, in particolare nelle grandi città, è dovuto prevalentemente alle polveri sottili, ossia ai cosiddetti particolati di dimensioni molto piccole», spiega in una nota Alessandro Fiocchi, primario pediatra e allergologo dell’ospedale dei bimbi Macedonio Melloni di Milano, e presidente del quinto Meeting internazionale di allergologia pediatrica in corso nel capoluogo lombardo.

Il microparticolato si insinua nelle parti più piccole delle vie respiratorie quindi nel fondo dei polmoni, favorendo l’insorgenza di malattie polmonari.

In passato i danni ai bronchi ed ai polmoni erano minori poiché i particolati avevano maggiori dimensioni e quindi risultavano meno invasivi.

Oggi le polveri sottili tra cui il Pm10 sono considerati il primo pericolo riguardo l’aumento di infiammazioni polmonari ed allergie nei bambini.

Un rimedio consiglia Fiocchi «è ridurre lo smog, una competenza di politici e tecnici».

A pagare il prezzo più alto dell’inquinamento atmosferico sono purtroppo i bambini maggiormente vulnerabili degli adulti, rispetto ai fattori inquinanti. Oltre ai gas di scarico, bisogna citare i fumi industriali e le condizioni climatiche sfavorevoli.

L’organismo dei bambini infatti respira maggiori volumi di aria rispetto agli adulti, ed inoltre i processi di assorbimento e metabolici nell’infanzia sono accelerati, non ultimo il fatto che i bambini respirano ad altezza più vicina al suolo, dove le sostanze inquinanti dei veicoli sono più concentrate.

I genitori possono prendere alcuni accorgimenti per arginare i danni degli agenti inquinanti sulla salute dei piccoli: evitare di portarli a giocare in spazi circondati da strade molto trafficate, abituarli a godere di spazi aperti e a respirare col naso, inoltre in macchina, i genitori dovrebbero tenere chiusi i finestrini e soprattutto non sottovalutare i rischi del fumo passivo.

g.

 


Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!