Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo Valanga in Kashmir: 17 soldati morti

Valanga in Kashmir: 17 soldati morti

Un veicolo trasporta i soccorsi dell'Esercito Indiano a Gulmarg

A Khilanmarg, vicino a Gulmar, la principale zona sciistica del Kashmir, una valanga ha travolto un campo invernale  di addestramento di militari indiani, causando 17 morti e altrettanti feriti.

La tragedia è avvenuta a oltre 3000 metri di altitudine, mentre circa 60 militari si allenavano nella guerriglia ad altitudini elevate; gran parte del campo sembra essere stato sepolto dalla neve.

I turisti che sciavano nella zona non hanno avuto alcun problema perché i resort sciistici sono fortunatamente ad una quota inferiore rispetto quella dove i militari si stavano addestrando.

Il numero dei morti è un po’ impreciso, secondo la BBC ci sono 17 morti, secondo la CNN i morti sono 15 mentre secondo il Wall Street Journal sarebbero 16. Il quotidiano indiano Indian Express parla di 17 morti. Tutte le fonti sembrano concordare sul numero di feriti.

Dei 17 feriti, 16 sono ancora in condizioni critiche, con numerose fratture causate dall’impatto con la massa nevosa che li ha travolti. Tutte le persone sono state recuperate, nonostante i soccorsi siano stati resi difficili dall’incessante nevicata, dalla nebbia e dai fortissimi venti.

La valanga ha colpito vicino alla Linea di Controllo, il confine conteso che divide il Kashmir tra India e Pakistan, ed è arrivata su un gruppo di 60 soldati mentre si arrampicavano sulle pareti di ghiaccio a Khilanmarg con una visibilità pari a zero. Ben settanta persone erano rimaste inizialmente sotto la neve a causa della valanga e tra le vittime è presente anche un ufficiale.

“Ormai nevicava da 4 giorni“, ha reso noto un soldato presente nel campo di addestramento invernale. La neve quest’anno nella regione del Jammu e del Kashmir è tantissima, con punte fino a 1,8m in alcune zone, e continua a causare gravi difficoltà nei trasporti.

Sebastiano Destri