Home Spettacolo “Amici” resoconto puntata (09-02-2010 seconda parte). In guerra e in amore tutto...

“Amici” resoconto puntata (09-02-2010 seconda parte). In guerra e in amore tutto è permesso

 

L’umore tra i ragazzi della squadra risultata vittoriosa, sono decisamente diversi. Tuttavia i Bianchi sono seccati dalle parole degli avversari e dell’insegnante Celentano: loro vogliono vincere ed è normale cercare di eliminare i più forti.

I bianchi festeggiano e ricercano i motivi della loro vittoria con la sincerità, l’umiltà e la trasparenza che li contraddistinguono.

Stefano commentando le fasi successive alla nomination di Loredana, dove la cantante appariva un po’ persa, la accusa di voler passare per una finta tonta “Fa la stupida per non andare in guerra”. Il ballerino è contrariato da alcuni episodi che hanno contraddistinto la serata, a partire dalla sconfitta al televoto subita nei confronti di Rodrigo: “Non mi è piaciuto il risultato della staffetta, credo sia stato influenzato dalla polemica seguita alla prova di tango”. E non solo. Il campano non accetta che la sua squadra venga accusata di eccessivo tatticismo: “Se avessero vinto loro le loro nominations non sarebbero state ingiuste?”. Stefano parla anche del giudizio della Celentano. Dice di essere stato sì pretestuoso, perché già sapeva che trovandosi contro Rodrigo avrebbe ricevuto critiche (ed infatti è stato notato il suo camminare con i talloni): “Deve tutelare sempre i suoi, il discorso del talento, se non avessimo votato un suo allievo,  non l’avrebbe fatto. Ma non dovrebbe prendersela con noi, noi lottiamo per un fine che è la vittoria finale, semmai deve prendersela con il pubblico che ha relegato il suo ballerino in fondo alla classifica di gradimento”.

I bianchi hanno a questo punto voluto sapere i nomi che avrebbero fatto i Blu in caso di vittoria. Ma trovano comunque una giustificazione al loro comportamento. È sempre Stefano che commenta: “Secondo me Loredana avrebbe voluto votare Emma ma, non trovando concorde la squadra, si è adeguata agli altri. Noi non abbiamo le stesse loro certezze, e cerchiamo di assicurarci una permanenza più lunga. Loredana e Matteo sono più sicuri, hanno certezze che li portano a pensare che tanto resteranno a lungo”.